8 dicembre 2016

Carrera Cup Italia 2016: a Mattia Drudi le due gare sprint di Misano

Doppio successo per Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a Misano, palcoscenico del terzo atto stagionale della Carrera Cup Italia. Il pilota riminese ha preso tutto in questa prima parte di weekend, partendo dalle due pole position di ieri (le sue prime in carriera nella serie tricolore), per passare alle vittorie ottenute nelle due gare sprint di oggi.

Il neo diciottenne, primo dall’inizio alla fine in Gara 1, ha dovuto faticare non poco per prendere il comando della gara del pomeriggio in cui ha trovato sulla sua strada un più che competitivo Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona). Il varesino, in testa per buona parte della gara, si è girato alla Curva 3 infrangendo le speranze di ottenere la sua prima vittoria nella Carrera Cup Italia, in cui è al debutto quest’anno. Rovera è comunque riuscito a rimanere in pista e a terminare terzo, risultato scartato rispetto al secondo posto ottenuto questa mattina che gli ha permesso di rimanere davanti allo stesso Drudi nella classifica assoluta per soli sei punti.

Entusiasmante la prestazione di Come Ledogar (Tsunami RT – Centro Porsche Padova), che questo fine settimana non è riuscito a prendere parte alle prove libere compromettendogli le qualifiche. Il lionese non si è fatto trovare impreparato, e nella seconda gara di oggi è stato autore di un’efferata rimonta dalla sesta alla seconda posizione, ottenuta dopo l’errore di Rovera. Il francese grazie al piazzamento d’onore ha mantenuto così la vetta provvisoria della serie in ottica della mini-endurance di domani, dove dividerà il sedile della sua vettura con il team manager e compagno di squadra Oleksandr Gaidai, con il quale ha vinto l’ultima gara di Imola.

Tra i protagonisti assoluti è figurato anche un più che competitivo Enrico Fulgenzi (TAM Racing – Centro Porsche Latina). Lo jesino Campione dell’edizione 2013 del monomarca di Porsche Italia, ha duellato sul filo di lana con Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport) in entrambe le gare. Nella prima Fulgenzi ha avuto la meglio riuscendo a salire sul gradino più basso del podio nonostante i problemi accusati sulla scocca della sua 911, mentre in Gara 2 è riuscito a chiudere quarto con Di Amato costretto al ritiro a seguito del malfunzionamento della pompa della benzina della sua vettura.

In ripresa anche il duo della Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano formato da Simone Iaquinta e Kevin Giovesi, che con le due quinte posizioni di oggi sembrano aver definitivamente archiviato i problemi che li avevano perseguitati ad Imola.

Nella Michelin Cup pollice rivolto verso l’alto per Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport) nella prima corsa, in cui ha preceduto il mattatore della classe riservata ai gentlemen driver Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) e il debuttante Livio Selva (Ebimotors – Centro Assistenza Porsche Cermenate). Copione diverso in Gara 2 con Marco Pellegrini (Dinamic) davanti a De Giacomi e Cassarà.

Nella giornata di domani 12 giugno è prevista Gara 3 (45’ più un giro) che scatterà alle ore 16.25 con partenza lanciata. La corsa come consuetudine sarà in diretta sull’emittente televisiva DMAX, visibile sul canale 52 del Digitale Terrestre e sulla piattaforma di Sky sul canale 136 e 137 (+1). Lo streaming live online invece sarà visibile su www.carreracupitalia.it, con Il commento di Guido Schittone e Niki Cadei mentre gli approfondimenti dalla pit lane arriveranno da Mauro Gentile. Ulteriori notizie saranno disponibili su Infomotori.com e RadioMonteCarlo, mentre Motorsport.com proporrà come sempre tante curiosità direttamente dal paddock della Carrera Cup Italia. Gli amanti dei social potranno seguirci anche su Twitter con l’account @carreracupitaly e l’hashtag #venividivici.

Le classifiche di Gara 1
1. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) 17 giri in 28’06”374, alla media di 153,365; 2. Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a 4”150; 3. Enrico Fulgenzi (TAM Racing – Centro Porsche Latina) a 10”365; 4. Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport) a 10”954; 5. Simone Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 16”121; 6. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 17”963; 7. Eric Scalvini (Dinamic Motorsport) a 22”747; 8. Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport) a 26”515; 9. Mikael Grenier (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 38”167; 10. Gianmarco Quaresmini (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 38”938; 11. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 51”623; 12. Livio Selva (Ebimotors – Centro Assistenza Porsche Cermenate) a 52”255; 13. Stefano Zanini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 1’22”456; 14. Walter Ben (Dinamic Motorsport) a 1 giro

Giro più veloce: il 4. di Drudi in 1’38″390 alla media di 154,625 Km/h.

Le classifiche di Gara 2
1. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) 17 giri in 28’07”908, alla media di 153,226; 2. Come Ledogar (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 1”995; 3. Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a 5”077; 4. Enrico Fulgenzi (TAM Racing – Centro Porsche Latina) a 6”800; 5. Kevin Giovesi (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 11”280;
6. Marco Pellegrini (Dinamic) a 29”070; 7. Gianmarco Quaresmini (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 30”463; 8. Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport) a 36”453; 9. Eric Scalvini (Dinamic Motorsport) a 38”775; 10. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 40”336; 11. Matteo Torta (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 47”353; 12. Livio Selva (Ebimotors – Centro Assistenza Porsche Cermenate) a 49”487; 13. Stefano Zanini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 50”100; 14. Walter Ben (Dinamic Motorsport) a 1’49”904 15. Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport) a 1 giro

Giro più veloce: il 6. di Drudi in 1’38″236 alla media di 154,868 Km/h.

Le classifiche
Assoluta: 1. Ledogar 82 punti; 2. Rovera 72; 3. Drudi 66; 4. Di Amato 59; 5. Gaidai 53; 6. Scalvini 52; 7. Cairoli 43; 8. Grenier 40; 9. Fulgenzi 38; 10. Cassarà 23; 11. Pellegrini 20; 12. De Giacomi 19; 13. Solieri e Torta 16; 15. Zanini 15; 16. Giraudi e Quaresmini 14; 18. Iaquinta 11; 19. Giovesi 8; 20. Ben 7; 21. Koller 6.
Michelin Cup: 1. Cassarà 48 punti; 2.Pellegrini 43; 3. De Giacomi 42; 4. Zanini 37; 5. Ben 26; 6. Solieri 23; 7. Selva 6.
Team: 1. Dinamic Motorsport e Ebimotors 121 punti, 3. Tsunami 101; 4. TAM Racing 52; 5. Ghinzani Arco Motorsport 42,5; 6. Dinamic 27.

Le statistiche
Vittorie: Cairoli 3, Ledogar 2, Drudi 3
Pole position: Cairoli e Drudi 2, Ledogar e Giraudi 1
Giro più veloce: Cairoli 3, Drudi 3, Giraudi e Ledogar 1

About Emanuele Bompadre 8278 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.