8 dicembre 2016

FIA WTCC, giro di boa in Russia con la sesta prova del campionato

FIA WORLD TOURING CAR CHAMPIONSHIP 2016 - GERMANY - NURBURGRING - WTCC - 26/05/2016 TO 28/05/2016 - PHOTO : @World37 - JOSÉ MARÍA LÓPEZ - CITROEN TOTAL WTCC

La sesta prova del Campionato del Mondo FIA WTCC sul Moscow Raceway chiude la prima metà della stagione. Dopo le vittorie al Nürburgring, Citroën e José María López tenteranno di incrementare il vantaggio sugli avversari. Yvan Muller cercherà invece di rilanciarsi sul circuito che l’ha visto vincitore nel 2015.

Il weekend sul Nürburgring, momento clou della stagione del FIA WTCC, è stato l’ago della bilancia. José María López, re della Nordschleife, ha segnato il punteggio massimo a disposizione, distanziando i diretti avversari nella classifica del Campionato del Mondo: a 69 punti dal secondo, è sicuro di mantenere la leadership anche dopo l’appuntamento russo.

Stessi punti di vantaggio anche per Citroën, che ha consolidato la sua posizione in testa nel Campionato del Mondo Costruttori. Qui, però, hanno un peso diverso, perché si possono segnare fino a 105 punti per weekend. Il team Citroën Total affronta quindi la prossima sfida con la massima concentrazione.

José María López: «Il mio obiettivo principale sarà guadagnare punti in tutte e due le gare, come non sono mai riuscito a fare in Russia. Il Moscow Raceway non è un circuito facile. Il tracciato è molto lento e la superficie distrugge velocemente i pneumatici. Bisogna sempre lottare contro il sottosterzo. Le possibilità di sorpasso sono tante, specie nella gara a griglia invertita. La mia posizione nel Campionato del Mondo è invidiabile ma non posso comunque rilassarmi. In ogni caso, non sarebbe nel mio stile. Avrò la stessa motivazione e lo stesso impegno di sempre. Con cinque vittorie all’attivo quest’anno, devo essere lungimirante. Non mi sentirò obbligato a correre tutti i rischi».

Nel 2015 il pilota più applaudito sul Moscow Raceway era stato Yvan Muller. Autore della pole position, aveva vinto la prima manche facendo registrare anche il giro più veloce in gara. Sempre alla ricerca della prima vittoria nel 2016, l’alsaziano è positivo. Yvan: «Credo sia un circuito molto adatto al FIA WTCC. Alla fine del rettilineo, dopo la curva n°14, raggiungiamo i 240 km/h e poi c’è subito una forte decelerazione. È la prima occasione per sorpassare. Se non ci si riesce, resta ancora la curva n°1. È una buona combinazione per i piloti. Penso di avere buone carte da giocare per tornare sul podio. La mia preoccupazione principale è la zavorra. Ancora una volta, caricheremo più peso dei nostri avversari e questo influirà molto sull’usura dei pneumatici anteriori».

Per i risultati in Ungheria, Marocco e Germania, le Citroën C-Elysée WTCC avranno una zavorra di 80 kg, contro i 30 kg delle Honda, i 20 kg delle Lada e nessun peso extra per Chevrolet e Volvo.

Costruttore più performante in MAC3 dall’inizio della stagione, Citroën cambierà strategia per questa prova. José María López e Yvan Muller saranno affiancati da Tom Chilton e non da Mehdi Bennani, di grande aiuto nelle prime cinque manche. Dopo un inizio di stagione dedicato a prendere confidenza con la Citroën C-Elysée WTCC, il pilota del team SLR è in gran forma, dopo il doppio podio al Nürburgring.

ORARI

VENERDÌ 10 GIUGNO 2016

12:30: prove private (30′)

SABATO 11 GIUGNO 2016

09:00: prove libere 1 (30′)

11:30: prove libere 2 (30′)

14:00: qualifiche (20′ + 10′ + 1 giro)

15:00: MAC3

DOMENICA 12 GIUGNO 2016

12:15: Opening race (16 giri)

13:30: Main race (17 giri)

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.