8 dicembre 2016

Roma, olimpiadi 2024, Magi: “Referendum necessario, si esprimano i romani”

Riccardo Magi, segretario nazionale dei Radicali italiani, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

In merito alle Olimpiadi del 2024. “Serve un referendum, devono esprimersi i cittadini romani–ha affermato Magi-. Noi presentammo la mozione già anni fa. Mi si rispose che in quel momento serviva la squadra compatta dei consiglieri e chi era contro la candidatura non amava la propria città. Il miliardo e mezzo promesso dal Cio è solo una parte degli introiti delle sponsorizzazioni, diritti televisivi e biglietti. Ma questo va solo a parziale copertura delle spese. Storicamente noi sappiamo che in tutto il mondo negli ultimi 50 anni i grandi eventi sportivi hanno lasciato ai Paesi ospitanti un grosso debito ed opere incompiute, perché realizzate con modalità emergenziale, senza una vera programmazione. Da questa parte non ci sono i gufi, c’è solo chi vuole che le cose vengano fatte nell’interesse dei cittadini. Si parla del villaggio olimpico a Tor Vergata. Di quei 17mila posti letto, mille ne servono agli universitari. Gli altri dicono che saranno messi a disposizione dei familiari dei degenti del Policlinico, che ha 500 posti letto. La cosa non regge, va chiarita. Il lago artificiale di 2 km e mezzo nei pressi della nuova fiera di Roma non si può fare perché è un’area di vincolo di massima sicurezza dell’aeroporto di Fiumicino. Questo attirerebbe tutti gli uccelli in un’area vastissima. Si vuole avere chiarezza su quale sarà la conseguenza di queste olimpiadi. I cittadini devono essere interpellati. La Raggi ha detto valuteremo, la Taverna ha detto che serve un referendum, Di Battista ha detto che non saranno loro a bloccare la candidatura. Mi sembra che stiano un po’ balbettando su questo. Loro dicono di essere il movimento della partecipazione dei cittadini, della democrazia diretta, quale miglior occasione per questo? Le istituzioni si rafforzano creando momenti di dibattito e partecipazione. I dati finora non sono stati forniti, né da chi è per il sì né da chi è per il no”.

Fonte: Radio Cusano Campus