8 dicembre 2016

Roma, Luxuria: “Sono disperata per le Mussolini. Adinolfi? Ha preso la percentuale di grasso negli yogurt magri”

 

Vladimir Luxuria è intervenuta questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, la radio dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it) , nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Vladimir Luxuria ha commentato i risultati elettorali, non risparmiando qualche presa in giro, in particolar modo verso Adinolfi: “Dopo le elezioni, bisogna sempre rispettare il voto dei cittadini. In queste elezioni hanno deciso di punire il duo Carminati-Buzzi, destra e sinistra, dando tutte queste preferenze a Virginia Raggi. E’ stato sicuramente un voto di protesta. Secondo me, poi, la campagna elettorale della Meloni è stata molto più forte di quella di Giachetti, che ha preferito il basso profilo. Lasciatemi poi dire che sono molto affranta perché le sorellastre Mussolini non ce l’hanno fatta. Sono veramente molto dispiaciuta…E poi su Adinolfi, che ha preso lo 0.6 %…Ha preso quella che di solito è la percentuale di grasso negli yogurt magri. Sicuramente il suo è stato il più grande flop, dovrà un po’ ridimensionarsi, è la dimostrazione che chi vuole ergersi a rappresentare le famiglie tradizionali vive relegato nel passato. Confermo che al ballottaggio voterò Giachetti. E’ dura, comunque, perché molto elettorato della destra voterà Raggi e anche molti di quelli che hanno votato per Fassina pur di non dare una gioia al Pd voteranno M5S”.

C’è una frattura tra il mondo gay e Virginia Raggi? Vladimir Luxuria fa chiarezza: “Noi inviteremo il futuro sindaco di Roma, chiunque egli o ella sia, per la chiusura del Gay Village, da sindaco. Quindi il primo sabato di settembre noi invitiamo il sindaco, sono venuti tutti, perfino Alemanno. Se Virginia Raggi dovesse essere eletta, sarà invitata da sindaco, speriamo che stavolta sia presente. Sicuramente lei tra i candidati sindaci è stata quella che ha declinato il nostro invito e poi si è fatto anche notare che dal programma la questione riguardante i diritti lgbt era stata tolta. In questo c’è stata un po’ di delusione nel mondo gay. A Roma, comunque, ha contato moltissimo, inutile nasconderlo, la vicenda mafia capitale. La gente non va più a votare per gli ideali, ma ci va sperando che qualcuno sia meno peggio degli altri”.

Luxuria, poi, è tornata sulla querelle con Costanzo, che secondo alcuni l’avrebbe censurata dal Costanzo Show su richiesta di Belen Rodriguez: “Con Costanzo è nata questa polemica…Mi aveva invitato a una puntata sui diritti civili, poi mi hanno ricontattato dicendo che avevano chiamato altri ospiti. Sono cose che capitano spesso in tv, è abbastanza normale. E’ trapelata un’indiscrezione secondo la quale Belen Rodriguez, che era stata invitata, avrebbe imposto la mia esclusione. Ma io non ci credo e lo dico molto sinceramente, per due motivi. Tra me e Belen non c’è nessun astio. E poi conosco Maurizio Costanzo, non è uno che si fa mettere i piedi in faccia de nessuno, anche se indossano un paio di tacchi a spillo. Secondo me è stata una polemica un po’ inventata, non voglio crederci che mi abbia censurato su richiesta di Belen”.

AUDIO http://www.radiocusanocampus.it/podcast/?dl=8673

Fonte: Radio Cusano Campus