7 dicembre 2016

Roma, amministrative, Tajani, FI: “Senza i moderati l’estrema destra non va da nessuna parte”

Antonio Tajani, Vice-President of the EC in charge of Industry and Entrepreneurship and Tonio Borg, Member of the EC in charge of Health and Consumer Policy give a press conference on strengthening market surveillance for safer products and growth.

Antonio Tajani, europarlamentare di Forza Italia e vice presidente del Parlamento Europeo, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

“Abbiamo ottenuto un risultato sostanzialmente positivo –ha spiegato Tajani-. Abbiamo presentato 3 candidati del mondo del lavoro, due su tre sono andati al ballottaggio. A Milano ottimo risultato, anche per quanto riguarda la lista di FI. A Napoli siamo pronti al ballottaggio. A Roma si è dimostrato che il centrodestra diviso non arriva neanche al ballottaggio. Bisognava fare qualcosa di diverso. Mi dispiace che sia Meloni che Salvini quando scelsero Bertolaso poi decisero di fare marcia indietro. Ma questo riguarda il passato, dobbiamo guardare avanti. C’è molto da lavorare. Intanto dobbiamo preparare i ballottaggi. Senza la parte di centrodestra della coalizione non si va da nessuna parte. L’estrema destra da sola non vince da nessuna parte in Europa. In Austria la destra estrema senza l’area di centrodestra non ha vinto. Se a Roma ci si fosse mossi diversamente, forse oggi ci sarebbe il candidato del centrodestra al ballottaggio. Flop Marchini? Abbiamo preso in ritardo la decisione di appoggiarlo. Poi c’è stata l’ondata dei 5 stelle che ha travolto tutti. Teniamo anche presente che Roma non è mai stata una roccaforte di Forza Italia. Lavoriamo per costruire un’alternativa alla sinistra per vincere al referendum di autunno, per far vincere il no”

Fonte: Radio Cusano Campus