8 dicembre 2016

Rieti, entrate: controlli su 800 avvisi di pagamento della Tari non ancora riscossi

 

L’Amministrazione comunale di Rieti, attraverso il Nucleo di vigilanza tributaria della Polizia municipale, sta compiendo un’attenta attività di contrasto all’evasione che sta riguardando, in particolare, oltre 800 avvisi di pagamento della Tari non ancora riscossi dall’Ente.

Le verifiche, in molti casi, riguardano il mancato recapito degli avvisi a causa dell’impossibilità di rintracciare i destinatari per diversi motivi (cambio di residenza, indirizzo errato, decesso del contribuente etc).

Nelle scorse settimane, durante la stessa attività, il Nucleo di vigilanza tributaria si è imbattuto in un avviso di pagamento non riscosso per irreperibilità del proprietario dell’abitazione che nel frattempo era stata venduta.

Gli accertamenti successivi hanno consentito non solo di notificare l’avviso di pagamento al vecchio proprietario, ma anche di accertare che l’abitazione in questione era stata acquistata, qualche mese prima, da una coppia di presunti nullatenenti assistiti dai Servizio sociali.

Ulteriori verifiche hanno accertato che la coppia in questione, per anni, ha beneficiato di un contributo straordinario destinato al pagamento di un alloggio provvisorio (in albergo) che il Comune ha regolarmente fornito sulla base di documentazione che attestava la condizione di non autosufficienza economica.

La presenza di una casa di proprietà, non dichiarata all’Ufficio tributi, e perciò sconosciuta ai fini del pagamento della Tari, ha fatto scattare una segnalazione alle autorità competenti ipotizzandosi, allo stato, una truffa ai danni del Comune.

About Emanuele Bompadre 8279 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.