10 dicembre 2016

MotoGp: vittoria di Rossi

L’appuntamento catalano della classe regina si conclude nel segno di Valentino Rossi, Movistar Yamaha. Marc Marquez, pilota HRC, è secondo davanti al compagno di scuderia Dani Pedrosa. Jorge Lorenzo sulla seconda M1 ufficiale non brilla ed è toccato dalla Ducati di Andrea Iannone. I due finiscono nella ghiaia alla curva dieci.

Condizioni della pista buone, cielo limpido e una temperatura già sopra i 30 gradi fanno da palcoscenico alla gara della massima cilindrata. Quasi tutti piloti hanno scelto mescole dure, preferendole alle morbide e presto in crisi sull’asfalto di Montmeló. Prima fila composta da Marc Marquez, autore della pole, Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa. Prima soddisfazione del pubblico di casa con una testa della griglia tutta spagnola. Valentino Rossi è nel mezzo della seconda fila ma, nonostante la dichiarata poca affinità con il nuovo tracciato, risulta essere il migliore del warm up seguito da Marquez. In ripresa anche Andrea Iannone, Ducati Team, che nella prova della mattina è terzo ma in griglia partirà dall’ottava piazza.

Si spegne il semaforo e Lorenzo scatta subito davanti, alla prima curva Elf e riesce a tenere la posizione davanti a Marquez. Ottima partenza di Iannone terzo ma sorpassato da Pedrosa poi Maverick Viñales, Suzuki Ecstar, Rossi e Dovizioso. Il gruppo si compatta confuso ma senza cadute. Al primo giro comanda il numero 99 seguito dalle due Honda mentre Rossi che in un solo sorpasso sorpassa Iannone e Viñales. Il pilota Suzuki non ci sta e si rifà sotto alla M1 del Dottore per qualche curva prima di entrare nel mirino della Desmosedici di Iannone.

Primi due giri e Rossi segna il miglior tempo di 1:46.165s. Lorenzo è in testa prova a staccare le Honda, Marquez resiste mentre Pedrosa è distante e superato da un Dottore arrembante. Il pilota di Sabadell dà poi vita ad un duello emozionante con il numero 25 Ecstar per la quarta piazza. I due combattono ma all’ inizio del terzo gitro ha la meglio il portacolori Repsol anche grazie ad un errore di Viñales. Segue Iannone al sesto posto, poi Pol Espargaro e Dovizioso. Petrucci undicesimo e Pirro diciottesimo.

Meno venti giri al termine e Rossi sorpassa Marquez che nulla può contro la netta manovra di Rossi. Comanda sempre Lorenzo ma il passo del numero 46 sembra essere più forte e all’inizio del 19esimo giro l’italiano conquista la testa della corsa. Lorenzo sembra accusare il colpo e lascia aperta la traiettoria a Marquez che lo supera. Il numero 93 ora è alla caccia di Rossi.

I tre sono vicini, in solo 0.5s e Pedrosa si fa sotto, i quattro hanno già fatto il vuoto sul resto del gruppo. L’iridato in carica ha un passo più lento del numero 26 HRC e subisce il suo sorpasso. La M1 del maiorchino è rallentata rispatto alle altre moto e Vinales si fa sotto lo sorpassa in un paio di occasioni ma va largo e Lorenzo torna davanti. Il leader del campionato sembra rallentato dalla media posteriore.

Davanti comanda sempre Rossi, con Marquez vicino. Pedrosa è oltre due secondi e dietro il numero 25 Suzuki è incollato a Lorenzo, in difficoltà nelle curve. Iannone è a due secondi dal pilota di Figueres che quando mancano 14 passaggi alla fine ha la meglio definitivamente su Lorenzo, ora quinto e nel mirino di Iannone. Gli altri ducatisti: Dovizioso nono, Petrucci undicesimo e in lotta con Barberà mentre Michele Pirro è penultimo. L’unico ritirato per ora è solo Bradley Smith, Monstre Yamaha Tech3.

A undici giri dalla fine le posizioni con cambiano. Le distanze tra i corridori di testa aumentano. Rossi e Marquez proseguono sullo stesso passo a oltre tre secondi da Pedrosa. Viñales è quarto davanti a Lorenzo poi Iannone. Tra il Dottore e il talento HRC ci sono solo 0.4s facendo prevedere una lotta di fuoco nel bollente pomeriggio di Barcellona. A otto giri dalla fine Lorenzo e Iannone entrano nella curva dieci. Al pilota Ducati gli si blocca l’anteriore e scivola contro la M1 di Lorenzo. I due finiscono a terra per il grande disappunto del numero 99.

Davanti Rossi e Marquez fanno l’andatura con lo spagnolo con qualche difficoltà di pneumatico ma la lotta si anima al 20esimo giro, Marquez attacca ed è al comando ma rossi risponde. Staccano in fondo al lungo rettilineo e Rossi teine la traiettoria e resta davanti. I due tornano agli angoli del ring.

Meno tre giri dalla fine e il numero 93 attacca deciso, ora è davanti. Mancano due giri alla bandiera a scacchi e Rossi torna prima in fondo al rettilineo allungando in mezzo giro anche grazie all’errore di Marquez. All’ultimo giro il Dottore ha un secondo circa sul rivale. Taglia il traguardo come primo a fine di una gara stupenda, Marquez è secondo e Pedrosa terzo e Viñales quarto. Il Dottore trionfa ancora su suolo spagnolo dopo il primo posto di Jerez. Gli altri italiani, Petrucci è nono e Pirro quindicesimo.

Lorenzo conclude a zero punti e subisce il sorpasso di Marquez in classifica iridata, Rossi è terzo. Sul podio catalano i tre piloti si presentano con una magliatta omaggio a Salom.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.