8 dicembre 2016

Derattizzazione: come funziona e cosa fare in caso di bisogno

 

 

La presenza di roditori di qualsiasi specie in un determinato ambiente è considerata assolutamente deleteria, dunque meritevole di essere contrastata in modo efficace e tempestivo.

La derattizzazione è un intervento complesso, il quale può essere eseguito solo ed esclusivamente da imprese specializzate.

Contrastare la presenza dei topi, purtroppo, non è affatto semplice, dal momento che questi animali sono resistenti, molto intelligenti e anche estremamente prolifici; allo stesso tempo una buona derattizzazione deve restituire agli ambienti in questione l’igiene e la salubrità perduta per via della presenza di questi animali.

Se si necessita di un intervento di derattizzazione, dunque, anzitutto è bene abbandonare il luogo contaminato in modo che l’azienda specializzata possa effettuare un sopralluogo dell’ambiente infestato dai topi per valutare con accortezza una serie di aspetti quali la tipologia di roditori, le possibili vie di accesso utilizzate dagli animali e i danni che hanno causato.

Per eseguire una derattizzazione non esiste, dunque, una strategia univoca: gli interventi possono essere eseguiti in diverse modalità e variano in modo importante da caso a caso; spetta all’azienda specializzata, ovviamente, valutare le tecniche di intervento più adatte al singolo contesto per risolvere il problema del cliente in modo efficace e duraturo.

Nella grande maggioranza dei casi, per eseguire una derattizzazione vengono utilizzate trappole e altri sistemi di cattura: le migliori trappole per topi associano al loro effetto meccanico anche la presenza di particolari biocidi, i quali attaccano l’animale anche dal punto di vista biologico.

In un buon intervento di derattizzazione vengono eseguite anche delle realizzazioni finalizzate a impedire fisicamente l’accesso dei roditori in ambienti interni che si intendono proteggere.

Qualora un ambiente si riveli infestato, anche solo in minima parte, da topi, temporeggiare sarebbe davvero un grosso errore  e lo stesso si può dire dell’agire tramite approssimativi rimedi “fai da te”.