3 dicembre 2016

Bruccoleri ottimizza l’Osella PA2000 a Verzegnis

Il pilota agrigentino della Concordia Motorsport massimizza il lavoro in prova e poi domenica è costretto dalla pioggia a non disputare la terza prova del Tricolore Montagna: “Maltempo ancora una volta protagonista però abbiamo trovato i giusti riferimenti per essere più competitivi”

Favara (AG), 1° giugno 2016. Luigi Bruccoleri è ritornato dalla trasferta friulana della 47^ Verzegnis Sella Chianzutan con il rammarico di non aver potuto disputare la terza prova del Campionato Italiano Velocità Montagna 2016 a causa del diluvio abbattutosi nella zona alla domenica, ma anche con la certezza di aver posto le basi definitive per essere competitivo al volante dell’ultima evoluzione dell’Osella PA2000 Honda. L’agrigentino della Concordia Motorsport, infatti, è riuscito a utilizzare al meglio il sabato delle prove ufficiali, quando con il team CMS Racing Cars e i tecnici di Avon Tyres ha finalmente ottenuto le risposte e i riscontri positivi attesi dopo la già discreta performance ottenuta due settimane prima in gara-2 della 59^ Coppa Selva di Fasano.

“Sono contento delle prestazioni delle prove – ha dichiarato Bruccoleri nel post-Verzegnis -; già a Fasano avevamo mostrato dei progressi, ora abbiamo trovato la base necessaria sulla quale poter meglio regolare il nuovo prototipo, senza dover più sperimentare troppo o testare soluzioni da un estremo al’altro. Riadattarsi al tracciato dove mancavo dal 2009 non è stato un problema e il feeling con la PA2000 è ormai buono. La gara ci sarebbe servita per ulteriori conferme, questo è certo, ed è stata una continua e alla fine vana attesa non facilmente gestibile per noi piloti. Ormai è passata, devo soltanto guardare avanti, perché il prossimo appuntamento sarà Morano, salita davvero impegnativa e molto tecnica.”

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.