5 dicembre 2016

Nettuno, Case Popolari: la posizione del candidato Verdolino

Graduatoria infinita, forse da rivedere,  tempi biblici per avere una casa popolare, occupazioni abusive selvagge, degrado e insicurezza degli inquilini regolari che hanno paura di perdere l’alloggio per l’acquisizione da parte di altri.
Mentre il Comune cerca di fare cassa dalla vendita di case popolari e i politici di professione cavalcano l’onda del “gesto inopportuno” per racimolare voti, mi chiedo: perché non si fa cassa diversamente (esempio recuperando gli importi degli oneri concessori) e non si pensa seriamente ad un’autoacquisizione degli occupanti a mezzo di concessione di mutui sociali?” – Giulio Verdolino, candidato sindaco di Città Futura dice la sua – “In numerosi Paesi europei oramai si parla di “social housing” che permette (in parole povere) il riscatto dell’immobile.
Altre caratteristiche sono:
contribuzione da parte dello Stato per il pagamento di una parte degli affitti, prestiti senza interessi e altre agevolazioni anche fiscali.”