8 dicembre 2016

Roma, Istituto Aniene-CREA PLF, studenti in campo per il ripristino di un vivaio forestale

 

L’azienda sperimentale del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria – Unità di ricerca per le produzioni legnose fuori foresta (CREA-PLF) di Roma ha ospitato gli alunni del corso di Agraria, Agroalimentare e Agroindustria dell’Istituto Tecnico Paritario Aniene per dieci giornate dedicate al ripristino della funzionalità e alla gestione di un vivaio forestale.

Guidati dal tutor dott. Giuseppe Pignatti e dal prof. Daniele Nesci gli studenti hanno effettuato operazioni quali la ripulitura del vivaio, la selezione del materiale allevato in contenitore da conservare, il ripristino dell’ombraio e dell’impianto di irrigazione. L’attività pratica ha consentito contestualmente di trasmettere le conoscenze relative alle specie forestali propagate per seme e alla tecnica di gestione dei vivai forestali, alla base del processo che nelle fasi successive porta alla piantagione forestale o al rimboschimento.

Il processo di apprendimento è stato favorito da un’organizzazione per gruppi, secondo un approccio di apprendimento collaborativo. Agli alunni in grado di lavorare autonomamente e di indirizzare i compagni è stata data la possibilità di coordinare i singoli gruppi dedicati a specifiche attività.

Nel complesso, accanto alla condivisione dell’obiettivo finale, questa impostazione è servita a motivare tutti i partecipanti e a determinare una valutazione finale che è stata buona per la maggioranza dei ragazzi, con alcune punte di eccellenza.

La risposta positiva degli alunni ha evidenziato un riscontro misurabile dell’iniziativa condotta che conferma il valore di esperienze di “green care” di una certa durata e continuità temporale come questa, nell’ambito del processo di apprendimento e formazione dei giovani della scuola secondaria superiore.

Il progetto segna dunque l’inizio di una importante collaborazione tra l’Istituto Aniene e il CREA-PLF, eccellenza italiana di ricerca sulle produzioni legnose fuori foresta per le utilizzazioni industriali (legno e prodotti derivati, biopolimeri, energia) con specie a rapido accrescimento (pioppo, salice, robinia, eucalitto), latifoglie nobili (noce, ciliegio) e conifere mediterranee con particolare attenzione alla salvaguardia della biodiversità.

About Emanuele Bompadre 8273 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.