3 dicembre 2016

Vento: la rivoluzione leggera a colpi di pedale

 

Il 30 maggio presso l’Ufficio relazioni con il pubblico del Corpo forestale dello Stato si terrà un approfondimento sul progetto “Vento”, una via ciclabile lungo il bacino del Po, da Venezia a Torino e sui benefici e le opportunità legate alle vie ciclabili

Il 30 maggio 2016, alle ore 10:00 presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Corpo forestale dello Stato, in Via Antonio Salandra 44 in Roma, si terrà “Vento” una giornata di approfondimento dedicata al tema delle ciclovie, della mobilità sostenibile e dell’ambiente che prende spunto dall’innovativo progetto per la creazione di una ciclovia sull’asse Venezia Torino.

Vento” intende sfruttare un percorso di 679 km, di cui solo il 43% ancora bisognoso di interventi strutturali per renderlo ciclabile in sicurezza, che si sviluppa lungo il bacino del fiume Po, attraversando aree ancora a forte vocazione agricola. Una nuova concezione di mobilità e anche di vacanza, a ritmo lento e sostenibile in armonia con l’ambiente.

L’evento è organizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura e Studi urbani, che ha promosso il progetto “Vento”.

L’utilizzo della bicicletta, specialmente su distanze medio-lunghe, è ancora largamente sottovalutata nel nostro Paese, nonostante si discuta in maniera sempre più convinta di scelte urbanistiche che agevolino questo tipo di trasporto, dando spazio ad una mobilità non inquinante.

Le scelte future che riguardano il turismo e gli aspetti connessi alla riscoperta di zone particolari del nostro territorio, potrebbero avere anche interessanti risvolti economici. Le ciclovie, infatti, hanno costi di realizzazione di gran lunga inferiori a quelli per le strade destinate ai mezzi a motore e innumerevoli vantaggi per la salute umana e per l’ambiente. Dunque, una “rivoluzione” lenta a colpi di pedale e paesaggio.

Il tema sarà sviluppato con i contributi del prof Paolo Pileri, Professore associato di progettazione e pianificazione urbanistica del politecnico di Milano, Giorgio Deligios Vice questore aggiunto del Corpo forestale dello Stato in servizio in Lombardia, Amedeo Gargiulo, Direttore Agenzia Nazionale della Sicurezza Ferroviaria, Lorenzo Sturlese, Gruppo Ciclabile Pedalando uniti, Roberto Scacchi, Presidente Legambiente Lazio e Matteo Marini, Direttore della testata giornalistica on line “Wild Italy”.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.