4 dicembre 2016

Supersport: il San Carlo Team Italia si prepara per la gara di Donington Park

Il San Carlo Team Italia è arrivato a Donington Park nel Regno Unito per misurarsi con il giro di boa della FIM Europe Supersport Cup 2016. Alessandro Zaccone e Axel Bassani, al loro debutto assoluto sul circuito inglese, dovranno prendere da subito confidenza con la pista ed i sui famosi saliscendi.

Zaccone, motivato dalle due vittorie stagionali al “Motorland” di Aragón (Spagna) ed al “Autodromo Enzo e Dino Ferrari” di Imola che lo vedono primo in classifica generale, avrà l’obiettivo di allungare le distanze dai suoi inseguitori conquistando punti importanti.

Il sedicenne Bassani, secondo in classifica generale, dovrà accorciare le distanze che lo separano dal suo compagno di squadra, esprimendo al meglio le grandi doti di guida veloce che lo hanno fatto emergere tra i migliori talenti della categoria.

Cristiano Migliorati, Team Manager del San Carlo Team Italia, ha commentato così l’arrivo a Donington Park:”Arriviamo al giro di boa del campionato con l’obiettivo di movimentare la classifica con entrambi i piloti per poi, al termine del weekend di gara, tirare le somme con un primo bilancio stagionale. Sarà una tre-giorni di incognite relative al meteo ed alla mancata conoscenza del tracciato da parte dei nostri piloti, ma siamo fiduciosi. Se ci presenteremo con la giusta motivazione, ne siamo convinti, riusciremo ad ottenere i risultati sperati, partendo con Zaccone dallo slancio del positivo weekend vissuto ad Imola, mentre per quanto concerne Bassani dalla sua voglia di mettersi in mostra usuale per un sedicenne di talento come lui”.

Stefano Cruciani, Direttore Sportivo del San Carlo Team Italia, ha dichiarato: “Dopo Imola siamo pronti per Donington Park con i giusti presupposti per far bene nella graduatoria dell’Europeo. Il nostro potenziale l’abbiamo dimostrato nei precedenti tre round ed è fuori discussione, sia sotto l’aspetto prettamente tecnico che sportivo con i nostri piloti affermatisi ai vertici della categoria. Puntiamo a ripeterci anche in Gran Bretagna senza tuttavia sottovalutare le possibili variabili del meteo, decisi a migliorarci turno dopo turno lasciando ai nostri ragazzi il tempo per conoscere le caratteristiche di un tracciato a loro sconosciuto”.