11 dicembre 2016

Roma – Maritato: “Ho avuto l’impressione che i candidati abbiano paura di vincere queste elezioni”

Michel Emi Maritato, candidato sindaco a Roma, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

“Più di una volta, in qualche confronto televisivo, ho riscontrato il desiderio dei principali candidati di non voler vincere queste elezioni –ha affermato Maritato-. Roma è una piazza importante, quindi se si sbaglia a Roma si può sbagliare anche il progetto per le prossime elezioni politiche. Anche il M5S ce la sta mettendo tutta per non vincere. Se proprio non vogliono vincere, che facciano vincere noi. Io non ho paura di governare, quando c’è la trasparenza nel confronto con i cittadini c’è tutto. La Meloni ha fatto parte della giunta Alemanno quindi tanto nuova non mi sembra, Giachetti ha avuto incarichi politici, Marchini già ci ha provato nelle scorse elezioni e lì mi convinceva di più, stavolta mi convince meno. La Raggi su alcuni temi fa voli pindarici che un candidato sindaco non può permettersi. Ballottaggio? La nostra associazione è composta da liberi cittadini, io non impongo il voto ai nostri iscritti, ognuno è libero di votare ciò che vuole, li invito solo ad andare a votare”.

Debito di Roma. “Giachetti, in un confronto diretto su una tv nazionale, ha detto che lui risolverebbe questo problema accendendo un altro finanziamento per coprire gli interessi –ha raccontato Maritato-. Questo non è possibile per legge. La legge 108 del testo unico bancario vieta l’accensione di mutui, prestiti e prodotti finanziari per la chiusura di interessi di altri prodotti finanziari. La Raggi dice che il debito pubblico di Roma è la sottoscrizione dei prestiti per pagare le aziende comunali. C’è veramente una mancanza di cultura economica impressionante”.

Fonte: Radio Cusano Campus