Migranti, Bordo, Pres. Comm. Politiche Ue: “Non bisogna chiudersi in recinti, serve Europa forte”

Il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Michele Bordo (PD) è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Il mondo è piccolo”, condotta da Fabio Stefanelli su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

“Il risultato delle elezioni austriache –ha affermato Bordo-, insieme ad altri raggiunti in Europa negli ultimi tempi, costituisce una lezione per i partiti tradizionali che, nel corso degli ultimi anni, hanno seguito un po’ troppo le spinte di strumentalizzazione dei movimenti populisti, specialmente sulle questioni che riguardano l’immigrazione, convinti che imitarli potesse essere occasione per recuperare consensi e vincere le elezioni. Non e’ cosi’. Van der Bellen ha vinto perche’ nell’ultima settimana e’ stato percepito come un’alternativa vera nei confronti della destra, cosa che non erano riusciti a fare il candidato socialdemocratico e popolare”.

“I movimenti populisti e demagogici – ha proseguito Bordo – soffiano sulla paura dei cittadini pensando cosi’ di poter offrire una risposta di governo credibile ma in realta’ non e’ sulla paura che si puo’ costruire il futuro dei cittadini. La paura, infatti, spinge a rinchiudersi in recinti sempre piu’ stretti, consente l’affermazione di nazionalismi e, soprattutto, spinge molti a rivolgere il proprio sguardo al passato piuttosto che al futuro. Nel nostro futuro invece deve esserci un’Europa rafforzata, non quella che abbiamo visto in campo negli ultimi anni, ma quella dei valori e dei principi che hanno consentito al nostro continente di diventare protagonista nel mondo”.

Fonte: Radio Cusano Campus

I video del giorno