8 dicembre 2016

Pomezia – CasaPound Italia: “Blitz notturno all’interno dello scheletro abbandonato si via De Gasperi”

“Danza sulle macerie” è la frase che recita lo striscione affisso questa notte dai militanti di CPI Pomezia sullo scheletro abbandonato dietro piazza Aldo Moro per denunciare la continua trascuratezza che versa sul nostro territorio nei confronti delle strutture abbandonate.

“È ormai chiaro a tutti i cittadini di Pomezia il fallimento di questa amministrazione nel saper gestire la situazione di abbandono degli ecomostri presenti sul territorio pometino alcune di proprietà del Comune ed altre di proprietà di privati”. Inizia così la nota di Andrea Cincotta, referente di CPI su Pomezia.

“Questa volta abbiamo voluto evidenziare lo stato di abbandono dello “scheletro” dietro Piazza Aldo Moro, una struttura mai completata ormai lasciata al degrado ed alle intemperie al centro di Pomezia e sotto gli occhi di tutti”.

“Sono ormai diversi anni che questa struttura versa in uno stato indecente – spiega Cincotta – una struttura che potrebbe essere usata per risolvere il problema dell’emergenza abitativa per tutte le famiglie italiane in difficoltà, è invece lasciata così in uno stato indecoroso. Due anni fa l’amministrazione comunale dichiaró guerra agli ecomostri ed al degrado sul nostro territorio, intensificando i controlli della polizia ambientale e trovando ad oggi come unica soluzione la vendita a privati di questi immobili e che probabilmente favorirà sempre i soliti amici costruttori che già conosciamo. Noi non siamo disposti a mollare di un centimetro in questa nostra battaglia -continua la nota – e continueremo a denunciare queste situazioni di degrado sul nostro territorio. Pertanto, chiediamo agli organi competenti di intervenire per porre fine a questa assurda situazione, imponendo alla proprietà Comunale o privata la totale messa in sicurezza fino al completamento o la totale demolizione della struttura, come già è avvenuto con lo scheletro adiacente diventato un parco giochi. È ormai evidente di quante strutture fatiscenti ed abbandonate ci sono sul nostro territorio, come per esempio il teatro-scheletro di Via Virgilio o piuttosto l’eco mostro in Piazza Ungheria a Torvaianica o l’ex centro Elisabetta, dove ancora ad oggi giace l’amianto su via Varna. I cittadini oramai sono esausti di dover vivere situazione di pericolo e degrado come questa -conclude Cincotta – noi continueremo le nostre battaglie contro l’abbandono di queste strutture, fino a quando non venga ridata dignità e ciòper poter semplicemente ridare ai cittadini ciò che gli spetta e restiamo comunque in attesa di un pronto riscontro da parte di quest’amministrazione.”

About Emanuele Bompadre 8279 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.