3 dicembre 2016

Tolfa – Il programma della lista civica Tolfa Cambia

 

Tra le tante situazioni di abbandono e mancanza di legalità brilla lo stato di fatto in cui si trova la Zona Artigianale.

Mentre alcuni lottisti assegnatari hanno di fatto realizzato i manufatti per l’avvio delle loro attività, alcuni lotti risultano sicuramente non interessati da insediamenti di ditte artigiane ed inoltre, in totale disprezzo del decoro e della salute pubblica, sono diventati regno di erbacce, materiali di tutti generi, macchinari che sembrano più abbandonati che parcheggiati e quant’altro si può ammirare passando da quelle parti.

Non serviva certo un sindaco super intelligente per capire che bisognava intervenire per ripristinare l’igiene, il decoro, la legalità ed il rispetto delle regole in questo angolo di mondo dimenticato. Uno dei lotti interessato dalla presenza di materiali edili vari sembrerebbe addirittura Area a Verde della zona artigianale, miracolosamente chiuso e “assegnato non si sa a chi”.

In questa area interverremo per tutelare la salute dei cittadini da probabile presenza di materiali non autorizzati, forse di amianto e nello stesso tempo verificheremo le convenzioni, le concessioni e quant’altro per ripristinare la legalità. Ripuliremo l’intera area da materiali dannosi e chiederemo all’autorità sanitaria di verificare l’eventuale presenza di amianto ed altre sostanze nocive. Chi non è in regola dovrà adeguarsi o restituire i lotti al Comune.

Se la Zona Artigianale piange, la Scuola non ride. La Scuola della Frazione, una volta vanto ed orgoglio degli abitanti di Santa Severa Nord tanto da indurre anche famiglie di Santa Marinella a mandare i propri figli a frequentarne le classi ci sta abbandonando. O meglio: l’abbiamo abbandonata e presto, se non corriamo ai ripari in tempi rapidi, comincerà a dare problemi seri.

Basta lanciare un’occhiata alla struttura per capire quanto l’Amministrazione uscente è sensibile ai problemi dei nostri bambini, all’igiene ed alla salubrità dei luoghi che per molte ore la settimana sono frequentati dagli alunni.

Una riflessione doverosa va fatta per dire che amministratori che consentono una tale situazione di incuria ed abbandono non meritano la fiducia dei cittadini.

Vogliamo ridare a questo luogo così importante per l’intera comunità il giusto decoro e la giusta attenzione perché nella Scuola si rispecchia anche il grado di civiltà ed il livello culturale di un paese. Anche qui interverremo subito affinché prima delle nuove lezioni di settembre la Scuola torni ad essere un vanto per gli abitanti: un luogo ideale per socializzare e studiare per gli alunni. Pulizia e manutenzioni straordinarie SUBITO. Sistemazione del giardino esterno e della viabilità circostante.

Se le case non servono ai cittadini per chi la fanno una nuova lottizzazione? 

Che il mercato immobiliare sia in crisi di vendite è ormai un dato accertato. Che ci siano, per questo motivo, tante case invendute e sfitte è conseguenza diretta di questa situazione. Situazione che, purtroppo, riguarda anche Tolfa e Santa Severa Nord.

Ci saremmo aspettati quindi da un’Amministrazione attenta ai bisogni dei cittadini che si cominciasse un percorso virtuoso (attraverso l’approvazione del Piano Regolatore Generale), che desse nuove direttive allo sviluppo urbanistico del nostro paese e della Frazione. Come abbiamo già ampiamente detto in altri nostri precedenti interventi, auspichiamo la fine delle Varianti su misura per speculatori dell’ultima ora e soprattutto la fine delle colate di cemento/nuove lottizzazioni che di sicuro non sono fatte per i cittadini ma per chi si accaparrerà la possibilità di realizzare queste nuove costruzioni.

È il caso della variante a Santa Severa Nord uscita dal cilindro del Sindaco Landi sul filo di lana di questa fine legislatura che ci sta regalando una chicca dopo l’altra. Pare ci sia già qualcuno che gira per la frazione con i progetti in mano (che noi ovviamente non abbiamo) a promettere case a poco prezzo o altri benefit ai residenti, grandi finanziamenti per la scuola della frazione e chissà quale altra meraviglia.

Come si può abusare in questo modo dell’intelligenza della gente? Come può essere credibile chi da quindici anni alla guida del Comune viene a prometterti la luna l’ultimo mese prima delle elezioni? Soprattutto a chi serve questa nuova colata di cemento?

Non certo ai cittadini residenti della Frazione che avranno per anni cantieri aperti a due passi da casa con camion che vanno e vengono, polvere, strade dissestate e problemi di viabilità e servizi (acqua, fognature ecc.) che dovranno essere adeguati per ospitare i nuovi inquilini della Frazione (ammesso che qualcuno sia interessato in questo periodo all’acquisto di quelle case).

E così mentre le case del Comune al Poggiarello destinate alle famiglie in difficoltà continuano a cadere a pezzi dopo 10 anni di abbandono totale, il Comune avrà una bella colata di cemento a vantaggio di qualche miracolato.

Sugli impianti sportivi poi l’Amministrazione ha dato il massimo delle sue potenzialità con una palestra priva di qualsiasi attrezzatura decente ed un campo sportivo abbandonato e declassato a campo di calcetto.

C’è da realizzare subito il sottopassaggio della Stazione Ferroviaria promesso da quindici anni e mai realizzato dalle Amministrazioni Battilocchio-Landi oppure studiare un passaggio sopraelevato che risolva il problema, magari con minori costi verificando la possibilità di richiedere alla società delle Ferrovie almeno di compartecipare alle spese.

Oggi la Frazione non dispone di una Guardia Medica e deve rivolgersi a quella di Tolfa distante 22 chilometri. Una situazione paradossale e ingiustificata a cui va posto rimedio.

Un altro problema che affronteremo anche a Tolfa è la diffusione della banda larga necessaria all’utilizzo della rete internet (Wi-Fi) ormai indispensabile per tante attività sia commerciali che private.

Vogliamo ricreare un rapporto diretto tra Amministrazione e cittadini sia con la riapertura dell’Ufficio Comunale che con l’informatizzazione reale di tutti quei servizi amministrativi che già in molti Comuni d’Italia stanno semplificando l’accesso agli atti della Pubblica Amministrazione e dei Servizi da essa erogati.

Gli immobili comunali dovranno essere messi a disposizione di tutta la comunità perché tutti possano utilizzarli in ugual maniera. Non dovranno esserci più rapporti privilegiati e clientelari. Vorremmo arrivare a costituire un Comitato di Santa Severa Nord che sia eletto dai residenti della Frazione, attraverso un Regolamento che approverà il Consiglio Comunale dopo averlo discusso e concordato con i cittadini stessi.

Oltre al Centro Anziani già esistente realizzeremo una sala polivalente che possa essere destinata ad utilizzi diversi culturali, di intrattenimento, di incontro e di studio per tutte quelle realtà, associazioni, gruppi che non hanno un luogo dove riunirsi o praticare una passione.

C’è tanto da fare anche sulla manutenzione del verde e delle strade e piazze anche andando a verificare se qualcuno ha dimenticato di realizzare opere a favore della comunità previste in qualche convenzione urbanistica o concessione edilizia.

Infine saremo particolarmente attenti alla pulizia degli spazi pubblici ed all’organizzazione della raccolta differenziata in cui brilla la mancanza assoluta di un luogo per il conferimento dei rifiuti ingombranti e speciali che non rientrano nella raccolta porta a porta giornaliera.

Ora parlando con la gente avvertiamo sempre di più l’esigenza del cambiamento, la voglia di trasparenza e legalità ma soprattutto persone nuove e competenti alla guida del Comune di Tolfa.

Noi siamo quel cambiamento. Abbiamo le giuste idee e le persone competenti a realizzarle.

About Ruggero Terlizzi 2863 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it