4 dicembre 2016

“Re Lazzarone” si trasforma in galleria d’arte

Si scrive “LazzArt” si legge nuovo, stuzzicante, progetto all’insegna di Cibo e Arte ideato dal giovane imprenditore Giuseppe Savastano e dall’artista Mauro Maurizio Palumbo. Una serie di appuntamenti che prenderanno periodicamente forma, colore e sapore negli spazi della trattoria contemporanea “Re Lazzarone” di via Santa Maria di Costantinopoli 11, a Napoli. A pochi passi dal Museo Archeologico Nazionale.

Il via, mercoledì 25 maggio, a partire dalle 19.30 (ingresso libero e gratuito). Per l’occasione, la trattoria dedicata a Re Ferdinando IV si trasformerà in una vera e propria galleria d’arte votata a giovani e virtuosi artisti partenopei che qui avranno la possibilità di esporre le proprie opere e farle conoscere meglio a cittadini e turisti. L’Arte culinaria sarà firmata invece dallo chef Salvatore Fiorenzano che sfornerà piatti semplici e gustosi della tradizione napoletana talvolta impreziositi da tocchi contemporanei.

L’ambizione di LazzArt è quella di trasformarsi in un format mensile e di aprirsi a collaborazioni con il territorio, per offrire alla città oltre al piacere del palato anche quello della vista, della bellezza e dell’essere partenopei.

Ospiti del primo evento, gli artisti: BAD studio design, Stefania Catullo, Sara Cerasuolo,Antonio Incoronato e Arturo Masullo con la partecipazione straordinaria di Caroline Peyrone della compagnia de I Danzattori al secolo Salvatore Camerlingo e Sabrina Santoro.

Un insolito vernissage all’insegna di “assaggi” d’Arte, proposta nelle sue molteplici sfaccettature. Dalla pittura alla fotografia passando per recycling design, decorazione vetri e, naturalmente, food and wine con degustazione vini della Tenuta Vitagliano di San Martino Valle Caudina (Avellino).

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.