8 dicembre 2016

Zarco fa suo il Mugello

Nella classe intermedia Johann Zarco della scudria Ajo Motorsprt vince di forza su Lorenzo Baldassarri, Forward Racing. Terzo Sam Lowes del team Gresini che torna primo in campionato. La corsa è stata caratterizzata dalla bandiera rossa con un secondo riavvio per dieci giri.

La gara della classe intermedia inizia con condizioni climatiche ottimali e la maggior parte dei corridori ha scelto Dunlop dure sull’anteriore e media sul posteriore. La prima fila della griglia di partenza è vede al primo posto Sam Lowes del team Federal Oil Gresini affiancato da Takaaki Nakagami, Idemtsu Honda Team e migliore nel warm up della mattina; terza piazza invece per Lorenzo Baldassarri del team Forward Racing. Il migliore degli altri italiani nelle qualifiche è stato Simone Corsi che ha messo la sua Speed Up sull’ottava casella della griglia di partenza affiancato in nona posizione da Alex Rins, pilota Paginas Amarillas HP 40 e l’attuale leader del campionato.

Mescole medie anche per la maggior parte dei piloti Moto2™ e la luce rossa del semaforo si spegne. Scatta bene Lowes ed è primo.Tom Luthi, Garage Plus, entra deciso alla curva uno con il britannico che si difende e tiene la posizione di testa. Seguono Nakagami, Baldassarri e Axel Pons, poi Corsi e Rins.

Al secondo giro il gruppo si allunga e Luthi sale al terzo posto. Cadono Alex Marquez, Estrella Galicia 0,0 e Luca Marini alla curva tre quando il svizzero Garage Plus sembra il pilota più veloce delle prime posizione e sfruttando la scia sorpassa Lowes conquistando il primo posto temporaneo. Quando mancano 18 giri al termine il duo di testa è seguito da Baldassarri, Nakagami e Rins. Il quintetto allunga sugli altri piloti di 0.685s. Cade Xavi Vierge, pilota Tech3, mentre si ritira Jonas Folger, Dynavolt GP. A 17 giri dalla fine viene è la bandiera rossa e la corsa è sospesa a causa delle condizioni della pista non ancora sicure dopo la caduta del corridore spagnolo. Tutti i corridori rientrano ai box.

Si prova a partire una seconda volta ma a otto piloti è inflitto il penalty dell’avvio dalla pit lane per il ritardo accumulato nel lasciare il proprio box prima della seconda partenza. Si sceglie però uno start più in sicurezza, dal rettilineo per tutti, con la griglia della seconda partenza determinata dalla classifica al momento della sospensione. Edgar Pons, Simone Corsi, Rins, Xavier Simeon, Nakagami, Julian Simon, Ratthapark Wilairot e Federico Fulini, i colpiti dalla penalità, scatteranno dal fondo del gruppo.

Secondo avvio di una corsa che ora sarà di 10 giri. Lowes è ancora in pole, poi Luthi e Baldassarri. Parte bene lo svizzero che si mette in testa poi Baldassarri e terzo Hafiz Syahrin, scuderia Petronas. L’italiano sorpassa lo svizzero quando al quarto posto sale Johann Zarco, Ajo Motorsport. Lowes è quinto e Mattia Pasini cade alla curva Materassi.

La sfida è tutta tra il pilota Forward e quello Garage Plus con quest’ultimo che torna in testa e difende la posizione dall’attacco dell’italiano in ingresso all’Arrabbiata 1. Anche la sfida per il terzo posto si accende con il pilota di Cannes che attacca il Syahrin ed è terzo momentaneo. Zarco mette nel mirino la prima posizione e a meno sei giri dalla fine è primo. Lowes sembra in recupero e conquista il quarto posto con il malese numero 55 quinto. Lotta da primato adesso tra Baldassarri e Zarco, la vittoria al Mugello si giocherà tra Francia e Italia. Il numero 7 Forward prova a farsi strada ma il transalpino chiude ogni traiettoria. L’italiano lo sorpassa ma il pilota Ajo ritona primo, una sfida adrenalinica per il primo posto con Luthi che segue la lotta dalla terza piazza provando ad avvantaggiarsi con un eventuale errore dei due. I tre sono in poco più di 0.2s. Lowes è quarto e si difende dai tentativi di sorpasso di Syahrin.

Ultimo giro, I due davanti lottano senza esclusione di colpi. Zarco è in testa mentre Lowes supera Luthi e sale sul podio temporaneo. Baldassarri prova ad attaccare nelle ultime tre curve ma il numero 5 si difende con vigore. Escono dalla Bucine uno dietro all’altro e per l’italiano non c’è più nulla da fare. Vince Zarco, Baldassarri secondo e terzo Lowes, poi Luthi e Syahrin a chiudere le prime cinque posizioni. Rins, leader iridato è settimo e perde la vetta in campionato.

Foto: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.