10 dicembre 2016

Cerveteri – Incontro con i Sindaci d’Italia per condividere le buone pratiche amministrative

A Cerveteri (a 40 km da Roma) sabato 21 e domenica 22 maggio si terrà l’incontro nazionale dei Sindaci d’Italia che condividono le Buone Pratiche amministrative. Si chiama “Italia in Comune” ed è il quarto appuntamento realizzato nel primo anno di attività a cui hanno aderito in tutto quasi 500 amministratori locali da ogni angolo d’Italia, da Verbania (Piemonte) a Santa Croce Camerina (Sicilia). L’obiettivo è la condivisione delle esperienze amministrative virtuose, la messa a disposizione del know-how per superare i problemi che ogni giorni si incontrano simili in tutti i Comuni: risanare il bilancio della municipalizzata, far fronte alla sempre più stretta carenza di risorse, riorganizzare i servizi sociali, avviare progetti di mobilità sostenibile, promuovere le ricchezze tipiche del territorio, e così via. Dopo ogni incontro, la banca dati gratuita e accessibile a tutti del sito www.italiaincomune.it si arricchisce di nuove buone pratiche da “copiare” e applicare nella propria città.

“Si può amministrare una città in tanti modi – ha detto Alessio Pascucci, portavoce nazionale di Italia in Comune e sindaco del Comune di Cerveteri – ma ci sono in Italia tanti amministratori che scelgono ogni giorno di farlo in modo virtuoso. Non è soltanto una questione generazionale, sebbene le idee più innovative spesso vengano proprio dagli amministratori under-35, ma è soprattutto una questione di metodo. Noi di Italia in Comune copiamo, come si faceva a scuola. Copiamo di più bravi per concretizzare buoni risultati nelle nostre città, a beneficio delle nostre comunità”.

“Io credo – ha aggiunto il Sindaco Pascucci – che la buona pratica più importante e necessaria sia la legalità, una buona pratica da mettere in pratica ogni giorno. Per questo abbiamo dedicato l’incontro di sabato e domenica a due uomini delle Istituzioni che rappresentano un esempio per tutti noi, i Giudici Falcone e Borsellino”.

Tanti gli ospiti autorevoli che siederanno ai tavoli di Italia in Comune dedicati alla legalità, alla lotta alle mafie e alla corruzione negli enti pubblici, alle riforme e all’innovazione come strumenti di buona amministrazione:

– Il magistrato Luciano Costantini, che dal ’91 al ’94 ha lavorato al fianco di Paolo Borsellino come PM di Marsala.

– Ismaele La Vardera, giornalista de “Le Iene” che a soli 21 anni ha affrontato a viso aperto la corruzione nella propria Città natale e che ha raccontato la sua storia nel libro “Le piccole cose fanno la differenza. Il silenzio è dolo” .

– Luigi Mazzella, già Vice Presidente Emerito Corte Costituzionale e Avvocato Generale dello Stato, Giancarlo Capaldo, Procuratore Generale Aggiunto di Roma, già responsabile della DDA di Roma, Salvatore Filippo Vitello, Procuratore Capo della Repubblica di Siena, Francesco Lombardo, Vice Procuratore Generale Corte dei Conti, Massimiliano Atelli, Procuratore Corte dei Conti Toscana, Carlo Malinconico, Presidente di sezione del Consiglio di Stato, già Sottosegretario di Stato, Silvio Traversa, già Segretario Generale della Camera e della Presidenza del Consiglio.

Variegato il parterre politico: il Deputato del PD Emiliano Minnucci, il Senatore di Forza Italia Lucio Malan e la Deputata 5 Stelle Marta Grande.

La rete di Italia in Comune si organizza in modo orizzontale e nasce nel 2015 dall’idea di 27 amministratori-fondatori. Tante le collaborazioni già avviate, con ANCI e ANCI Giovani, Cittadinanzattiva, il Periscopio, ItaliaCamp, Libera nomi e numeri contro le mafie, Croce Rossa Italiana, Banco Alimentare, Banco Farmaceutico, Fondazione Nilde Iotti, Uniti per Unire e altri.

About Ruggero Terlizzi 2881 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it