8 dicembre 2016

Roma – Santori, FDI: “Azienda agricola Castel di Guido, uno scandalo su cui fare luce”

“Con la mia visita di ieri all’interno dell’azienda agricola pubblica di Castel di Guido ho purtroppo potuto constatare come un’oasi protetta che fino a qualche anno fa produceva latte, latticini, carne e tantissimi prodotti agricoli, sia stata lasciata morire dal Comune di Roma con la connivenza della Regione Lazio che ne sta per acquisire il possesso, sulla cui gestione anomala intendo fare luce” lo dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia che ha scattato e pubblicato su facebook alcune foto per denunciare lo stato abbandono in cui versa l’azienda agricola.

“A Castel di Guido, duemila ettari di terra fertile inseriti nella Riserva Statale del Litorale Romano, sono oggi allevati con metodo intensivo, a dispetto delle vaste distese verdi che raggiungono il litorale, 245 bovini di razza frisona, un centinaio dei quali in lattazione, e circa 600 di razza maremmana, protetta perché in via di estinzione. E poi ovini, cavalli e altri animali oltre a numerosi attrezzi agricoli anche trattori lasciati a marcire. Ci risulta che il debito dell’azienda galoppa a circa 800 mila euro l’anno mentre gli animali sono abbandonati e il patrimonio inestimabile con locali e abitazioni non viene assolutamente valorizzato dalla Regione Lazio. Anzi ad oggi ci risulta che vengano organizzate feste di matrimonio e battesimi in maniera del tutto abusiva da alcuni personaggi che pensano di essere proprietari dell’azienda e dei suoi locali. Chiederò al Comune e alla Regione se esista un reale controllo sulla vendita dei capi e interventi mirati per porre fine a quella che sembra essere una segreta attività parallela all’interno del caseificio ormai in disarmo” prosegue Santori.

“Pretendiamo chiarezza inoltre sui circa 50 immobili occupati, che si aggiungono a casali, campi, boschi in stato di abbandono, e sulle sorti dei lavoratori a tempo indeterminato e determinato che aspettano di sapere che fine faranno. Uno scandalo su cui presenterò un’interrogazione urgente al presidente Zingaretti corredata da un dossier vergognoso e per cui non escludo azioni eclatanti e denunce alle autorità competenti, anche per il bene del quartiere di Castel di Guido che non ha alcun luogo di aggregazione se non la Parrocchia del quartiere” conclude Santori.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.