4 dicembre 2016

Mutaverso Teatro: domenica 22 maggio “Desidera” all’Auditorium del Centro sociale

All’Auditorium del Centro sociale di via Cantarella, nella zona orientale di Salerno, domenica 22 maggio alle ore 21, si terrà il penultimo appuntamento della stagione teatrale “Mutaverso”, curata da Vincenzo Albano di ErreTeatro. La  compagnia Teatro nel Baule di Napoli porta in scena “Desidera” – Una storia d’amore e di stelle, drammaturgia e regia di Simona Di Maio e Sebastiano Coticelli, con Giuseppe Brancaccio, Sebastiano Coticelli, Simona Di Maio, Amalia Ruocco e Dimitri Tetta, musiche originali di Tommy Grieco, scene di Damiano Sanna, disegno e luci di Paco Summonte, costumi di Gina Oliva. Un uomo anziano seduto al tavolo ricorda. Il luogo è quello della memoria, il suo racconto non procede per linee ma per frammenti, rimandi, dissolvenze e immagini. Il desiderio di ritrovare il suo passato, la donna perduta, lo spinge a iniziare una ricerca che, su basi scientifiche, gli consenta di tornare indietro nel tempo e ritrovare il suo mondo perduto. Ombre e fogli si muovono tra gli oggetti, in mezzo alle cose dimenticate, tra gli incartamenti di motori, il letto bianco e la radio mentre suona un valzer sommesso, come un ricordo portato dal vento e, tra le ceneri del tempo, un aeroplanino di carta vola.
La compagnia Teatro nel Baule di Napoli nasce cinque anni fa,  fin dal primo anno di lavoro si è posta come obiettivo la creazione di un progetto a lungo termine capace di rendere il teatro luogo di scambio, aperto al confronto e allo studio di diverse forme espressive: “Desidera per noi non è solo uno spettacolo, ma uno spazio di confronto e di ricerca importante per la crescita e lo sviluppo della poetica della compagnia”. Biglietto 10 euro.

Foto di Diego Bernabei De Nicola.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5933 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.