7 dicembre 2016

“I still do”… Eleganza Rock

Esattamente 50 anni fa, estate 1966, Jimi Hendrix arriva a Londra, portato dal suo manager di allora in cerca di una fortuna diversa. E` cosa nota che per accettare l`invito proposto, il giovane Jimi pretese di poter conoscere colui che allora era considerato il numero uno, il “Dio “ dei chitarristi rock blues , un giovane noto come Slowhand,  per il suo modo di far scorrere le dita sulla tastiera della chitarra, con capacita` ed eleganza, passione ed intensita` tali da scatenare intere generazioni  britanniche degli anni sessanta.

ERIC PATRICK CLAPTON , mitico personaggio di Ripley che ascoltava blues sin da piccolo, alla vista del fenomeno proveniente dagli States, rimase colpito a tal punto che la leggenda rock narra di una famosa frase pronunciata all`amico di sempre Pete Townshend, altro straordinario e funambolico chitarrista, compositore del rock britannico, fondatore della mitica band di stampo “MODS”  The Who : “ E` finita!! Adesso siamo il numero due ed il numero tre!!!”.

clapton1Bene, oggi 20 Maggio 2016, dopo 50 anni, molti personaggi di quel 1966 non ci sono piu`, Hendrix ci ha lasciato, il suo mito, Pete, e` ancora in attivita` nonostante sia ormai sordo, il ragazzo di Ripley invece, la “mano lenta” della chitarra, “ the man of the blues”, sforna oggi un altro dei suoi capolavori!  Il disco si chiama “ I STILL DO “ , “ ancora faccio” , quasi a volerci comunicare  che nonostante i suoi 71 anni compiuti e dopo l`annuncio di rinuncia ai live, e` ancora pronto a produrre in studio, per deliziare gli amanti del rock del blues e della musica di alta qualita`.  La copertina del disco, un suo ritratto, opera di Sir Peter Blake, conosciuto per la famosissima copertina di Sgt. Pepper dei Beatles, ci guarda e ci comunica proprio la sua presenza, e` ancora qui, leggenda vivente del rock con la voglia di emozionare e suonare come fa da 40 anni. I STILL DO  contiene sei pezzi originali  e sei cover, da Bob Dylan al mitico Robert Johnson leggenda del delta blues, al compianto amico di sempre J.J. Cale. Bellissime ballate, buoni blues, ovviamente tutto suonato splendidamente, cantato e prodotto con stile e sapienza, grande produttore Glyn Johns e musicisti dalla classe esagerata.

Nonostante sia uno dei dischi piu` riusciti ed intensi di “ mano lenta”, ultimamente ha dichiarato che sta pensando seriamente al ritiro: “ credo che questo sia il mio ultimo album perche` devi capirlo da solo quando farti da parte e non devono essere gli altri a fartelo capire!”

Spero che la sua affermazione sia frutto di un pensiero momentaneo, malgrado l`eta` ed il burrascoso passato, degno di ogni figlio dell`epoca sixties, quando le giovani generazioni amavano sentirsi liberi e sperimentare, dove inebriarsi dei fumi del vizio era la normalita`, Eric ha superato tutto, e` giunto ad oggi con la sua enorme classe e` ancora qui… ci guarda dalla sua copertina di I STILL DO e ci dice : “ Ancora Faccio”!!!

Lunga vita a te Slowhand !

Mirko Brillantina De Rossi
About Mirko Brillantina De Rossi 49 Articoli
Conduttore speaker radiofonico, musicante e suonatore per passione....Ama il rock n roll non solo come genere ma soprattutto come cultura ,stile e tendenza.....Le chitarre americane sono una fissa...ne possiede sempre poche per quante ne vorrebbe!!!