7 dicembre 2016

Gran Premio d’Italia TIM al Mugello, la gara di casa per il Ducati Team

Il Ducati Team arriva all’Autodromo Internazionale del Mugello per il Gran Premio d’Italia TIM, sesto appuntamento del Campionato Mondiale MotoGP 2016, da sempre una delle gare di maggior richiamo e prestigio del calendario, che si svolge nel magnifico impianto immerso nel cuore delle colline toscane.
Per i piloti del Ducati Team sarà un appuntamento davvero speciale, visto che si tratta della gara di casa per la “rossa di Borgo Panigale”, e come sempre non mancherà il supporto dei tantissimi tifosi Ducati, compresi i 2500 che affolleranno la Tribuna Ducati alla curva del Correntaio.
Nella scorsa edizione Andrea Iannone è stato autore della sua prima pole position in carriera in MotoGP, ed ha terminato poi la gara con un ottimo secondo posto dietro al vincitore Lorenzo, mentre il compagno di squadra Andrea Dovizioso, dopo essere scattato anche lui dalla prima fila, è stato costretto al ritiro nel corso del quattordicesimo giro.
Al Mugello sarà presente in gara anche Michele Pirro, schierato come wild-card con la terza Desmosedici GP del Ducati Test Team. Il pilota pugliese, fresco vincitore delle due gare di apertura del Campionato Italiano Superbike a Vallelunga, scenderà in pista al Mugello per la quarta volta in questa stagione, avendo sostituito Danilo Petrucci nel team Pramac Racing in tre delle cinque gare precedenti.
Il programma del Gran Premio d’Italia TIM inizierà venerdì mattina con la prima sessione di prove libere alle 09.55, mentre la gara di 23 giri è prevista per domenica alle ore 14.00.
Andrea Iannone (Ducati Team #29) – 10° (25 punti)
“Finalmente andiamo al Mugello e sono certo che potremo essere competitivi anche sul nostro circuito di casa. Il GP dello scorso anno è stato uno dei momenti più belli della mia carriera: ho fatto la pole position e sono arrivato secondo in gara, e spero tanto di poter ottenere un bel risultato anche quest’anno. Con le prestazioni ed il potenziale che abbiamo dimostrato fino ad oggi, sono convinto che continuando a lavorare bene i risultati importanti arriveranno presto.”
Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 11° (23 punti)
“Dobbiamo essere contenti del lavoro fatto fino ad oggi perché abbiamo dimostrato di essere molto veloci sia in prova che in qualifica su quasi tutte le piste, ma a volte non riusciamo a mantenere la stessa velocità in gara. Il nostro obiettivo è quindi quello di essere veloci ma usando meno energia e aggressività per preservare le gomme. Al Mugello abbiamo tutti uno stimolo in più per far bene, visto che si tratta della gara di casa per Ducati.”
Michele Pirro (Ducati Team #51) – 16° (12 punti)
“Sono contento di correre al Mugello con la Desmosedici GP e con la mia squadra, visto che insieme abbiamo sempre fatto delle belle gare. La mia moto avrà la stessa configurazione di quelle del team ufficiale e quindi cercheremo di essere veloci e competitivi, come abbiamo già dimostrato lo scorso anno. Domenica scorsa nel Campionato Italiano Superbike è andato tutto bene, ed è sempre una bella soddisfazione vincere due gare, ma la MotoGP è un’altra cosa e sono determinato a far bene anche qui.”
Il Circuito del Mugello
Ubicato in un’ampia vallata nella splendida campagna toscana, circa 30 km a nordest di Firenze, quello del Mugello è un circuito moderno, dotato di infrastrutture di grande prestigio. Di proprietà della Ferrari dal 1988 è lungo 5.245 metri ed è stato completamente rinnovato per rispondere alle esigenze delle competizioni moderne. Famoso per le difficoltà che presenta il suo tracciato, per la sua sicurezza e per la bellezza delle zone circostanti, il Mugello è un circuito amato da tutti e, allo stesso tempo, uno dei più impegnativi per piloti e tecnici. La sua pista combina curve lente e veloci, salite e discese, di quelle che piacciono sia ai piloti che agli spettatori. Il circuito ospitò il suo primo Gran Premio nel 1976 e, dopo la completa ristrutturazione, dal 1991 è uno degli appuntamenti fissi nel calendario del mondiale.
Giro più veloce: Iannone (Ducati), 1’46”489 (177,3 km/h) – 2015
Record del Circuito: Marquez (Honda), 1’47”639 (175,4 km/h) – 2013
Miglior Pole: Iannone (Ducati), 1’46”489 (177,3 km/h) – 2015
Velocità massima: Iannone (Ducati), 350,8 km/h – 2015
Lunghezza pista: 5,2 km
Lunghezza gara: 23 giri (120,6 km)
Curve: 15 (6 a sinistra, 9 a destra)
Inizio gara: 14.00 CET
Così nel 2015
Podio: 1° Lorenzo (Yamaha), 2° Iannone (Ducati), 3° Rossi (Yamaha)
Pole: Iannone (Ducati), 1’46”489 (177,3 km/h)
Giro più veloce: Marquez (Honda), 1’47”654 (175,3 km/h)
Andrea Dovizioso
Moto: Ducati Desmosedici GP
Numero di gara: 04
Età: 30 (nato il 23 marzo 1986 a Forlimpopolì)
Residenza: Forlì (Italia)
Gare: 245 (147 x MotoGP, 49 x 250cc, 49 x 125cc)
Primo GP: 2001 Gran Premio d’Italia (125cc)
Vittorie: 10 (1 x MotoGP, 4 x 250cc, 5 x 125cc)
Prima vittoria: 2004 Gran Premio di Sudafrica (125cc)
Pole: 16 (3 x MotoGP, 4 x 250cc, 9 x 125cc)
Prima Pole: 2003 Gran Premio di Francia (125cc)
Titoli Mondiali: 1 (1 x 125cc)
Andrea Iannone
Moto: Ducati Desmosedici GP
Numero di gara: 29
Età: 26 (nato il 9 agosto 1989 a Vasto, Italia)
Residenza: Vasto (Italia)
Gare: 183 (56 x MotoGP, 51 x Moto2, 76 x 125cc)
Primo GP: 2005 Gran Premio di Spagna (125cc)
Vittorie: 12 (8 x Moto2, 4 x 125cc)
Prima vittoria: 2008 GP di Cina (125cc)
Pole: 9 (1 x MotoGP, 5 x Moto2, 3 x 125cc)
Prima Pole: 2008 GP di Malesia (125cc)
Michele Pirro
Moto: Ducati Desmosedici GP
Numero di gara: 51
Età: 29 (nato il 5 luglio 1986 a San Giovanni Rotondo, Italia)
Residenza: Cesena (Italia)
Gare: 87 (40 x MotoGP, 18 x Moto2, 29 x 125cc)
Primo GP: 2003 Gran Premio d’Italia (125cc)
Vittorie: 1 (1 x Moto2)
Prima vittoria: 2011 GP di Valencia (Moto2)
Pole: 1 (1 x Moto2)
Prima Pole: 2011 GP di Valencia (Moto2)
Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.