5 dicembre 2016

West Side Story all’Auditorium Parco della Musica

 

Musica e cinema, un binomio diventato vincente nella programmazione dell’Accademia di Santa Cecilia che dopo il grande successo del disneyano Fantasia, proposto con l’accompagnamento musicale dal vivo dell’Orchestra, torna con un altro capolavoro, proponendo – in prima italianasabato 21 maggio ore 18 (repliche lunedì 23 ore 20,30 – martedì 24 ore 19,30) West Side Story il musical di Leonard Bernstein, reso celebre dalla versione cinematografica del 1961 (premiata con 10 Oscar) per la regia di Jerome Robbins e Robert Wise.

Restaurata recentemente in alta definizione, la pellicola sarà proiettata con l’esecuzione della musica dal vivo da parte dell’Orchestra di Santa Cecilia. Sul podio Ernst van Tiel, direttore che ha inciso la colonna sonora del film The Artist (2011) del regista Ludovic Bource, premiato con 5 Oscar, 7 premi Bafta, 3 Golden Globe e 6 César Awards e al suo debutto nei concerti dell’Accademia.

Ancora un omaggio dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia al cinema “in musica” e a John Williams, pluripremiato autore di colonne sonore, con il concerto di sabato 28 maggio ore 18 (repliche lunedì 30 ore 20,30 – martedì 31 ore 19,30) si ascolteranno alcune delle musiche più apprezzate di Williams, legate in maniera indissolubile ai capolavori di Steven Spielberg (E.T: l’extraterrestre e Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo) e di George Lucas (Guerre Stellari).

Nel 1948 il coreografo e regista Jerome Robbins aveva contattato Bernstein con quella che il compositore definì nel suo diario “una nobile idea: una versione moderna di Romeo e Giulietta ambientata nelle periferie durante le celebrazioni di Pasqua. Gli animi si erano scaldati tra ebrei e cattolici… risse di strada, omicidi”. L’idea non era stata più sviluppata fino a quando nel 1955 apparve su un giornale di Los Angeles un titolo sui problemi delle gang sudamericane che li ispirò per un nuovo ed eccitante cammino. Dopo due anni di rielaborazioni e di sforzi alla ricerca di finanziamenti, l’inaugurazione di Broadway del 1957 con West Side Story ottenne reazioni cha andavano da manifestazioni di entusiasmo a energiche proteste dovute alla descrizione musicale dei conflitti e delle discriminazioni delle gang.

Le esecuzioni a New York e Londra – dove lo spettacolo ottenne un immediato successo – catturarono tutti per le innovazioni della esplosiva coreografia di Robbins, la creativa trasposizione shakespeariana di Laurents, l’elettrizzante partitura di Bernstein e i versi di Sondheim. Quando Jerome Robbins e Robert Wise unirono le loro forze per dirigere insieme la versione cinematografica per la United Artists, con le star del box office Natalie Wood e Richard Beymer, il risultato fu uno dei trionfi commerciali e di critica più notevoli del decennio.

I coprotagonisti George Chakiris (Bernardo) e Rita Moreno (Anita), hanno portata a casa un Academy Award come Miglior attore e attrice non protagonisti. Alle le loro vittorie si affiancarono gli Oscar per il Miglior film, Miglior regia (per Robbins e Wise; per  la prima volta il premio fu conferito congiuntamente a due artisti), Fotografia, Miglior attore e Miglior attrice non protagonisti (Chakiris e Moreno), Migliori Costumi (la vincitrice Irene Sharaff collaborò anche alla versione originale di Broadway), Miglior Scenografia, Montaggio, Colonna Sonora, Premio speciale per la coreografia. A più di cinquant’anni dall’uscita, il film West Side Story sarà presentato a Santa Cecilia in un nuovo formato. La MGM ha creato una versione restaurata e in alta definizione che rivela dettagli non visibili nella versione del 1961. Una nuova tecnologia del suono sviluppata dalla società Audionamix di Parigi e utilizzata da Chace Audio by Deluxe, una delle maggiori aziende di restauro dell’industria cinematografica, ha isolato i dialoghi usando tecnologie innovative. Nel caso di West Side Story, Audionamix ha utilizzato la sua tecnologia per riconoscere e poi rimuovere gli elementi orchestrali dalla colonna sonora, ma mantenendo le voci, i dialoghi e tutti gli effetti. Questo permetterà al direttore Ernst van Tiel, di accompagnare agilmente  i dialoghi e le canzoni con l’Orchestra di Santa Cecilia.

Terminati gli studi di percussione e pianoforte al Conservatorio di Utrecht, Ernst van Tiel ha iniziato a collaborare con diverse orchestre radiofoniche olandesi, comprese la Philharmonic Orchestra e la Metropole Orchestra. Dopo il diploma, ha studiato direzione d’orchestra con Gary Bertini, Franco Ferrara e Jean Fournet salendo sul podio della maggiori orchestre olandesi, come la Rotterdam Philharmonic Orchestra dove è stato assistente di Valery Gergiev, coadiuvandolo in molte produzioni quali le Sinfonie nn. 6, 7 e 8 di Bruckner, Pelleas und Melisande di Schönberg, Il castello di Barbablù di Bartók, La mer di Debussy e La donna senz’ombra di Strauss. In seguito al suo debutto al Teatro Kirov di San Pietroburgo, dove ha diretto Lucia di Lammermoor di Donizetti e Rigoletto di Verdi, nel 2008 è stato nuovamente invitato a dirigere Elektra tornandovi anche negli anni successivi. Recentemente ha diretto la Brussels Philharmonic e il Coro del Teatro Mariinskij in una acclamata tournée con concerti nella Cité de la Musique di Parigi, ad Anversa e alla Philharmonie di Lussemburgo. Direttore ospite della Polish Baltic Philharmonic Orchestra fin dal 2007, nel 2012 è stato nominato Direttore principale dell’orchestra polacca. Ernst van Tiel, sul podio della Brussels Philharmonic, ha inciso la colonna sonora del film The Artist (2011) del regista Ludovic Bource, premiato con 5 Oscar, 7 premi Bafta, 3 Golden Globe e 6 César awards. Il film è stato proiettato già in molte città con l’esecuzione “dal vivo” della colonna sonora e la direzione di Van Tiel, che nel corso della prossima stagione proporrà lo stesso progetto in diverse istituzioni europee. Ernst van Tiel è ospite per la prima volta dei concerti dell’Accademia di Santa Cecilia.

Il concerto sostituisce quello previsto del Maestro Morricone che, per motivi di salute, non può mantenere il suo impegno. 

Stagione Sinfonica

Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

Sabato 21 maggio ore 18 – Lunedì 23 ore 20,30 – Martedì 24 ore 19,30 

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Ernst van Tiel direttore

WEST SIDE STORY

Film with live Orchestra

About Emanuele Bompadre 8227 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.