8 dicembre 2016

Pint Of Science

Tre giorni di scienza alla portata di tutti a Napoli ed Avellino, per la manifestazione Pint of Science che si svolge contemporaneamente in 10 città italiane e 12 paesi al mondo

 

Per la prima volta in Campania, dal 23 al 25 maggio si terrà in tre pub la manifestazione Pint Of Science.
U-turn/Piano B e Slash a Napoli, GiuAlè Soul Pub ad Avellino apriranno le loro porte a scienziati provenienti da diversi istituti di ricerca, campani e non, in grado di rendere la scienza “sexy” anche ai non addetti ai lavori.

 

Pint of Science è organizzato dall’Associazione Culturale No-Profit “Pint of Science Italia” ed è realizzato grazie al supporto di INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), 3D Quest (Quantum Integrated Optical Simulation, team di ricerca dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza) e l’Istituto Pasteur Italia (Fondazione Cenci Bolognetti) e grazie a sponsor locali quali Cheimika e Ospedale Veterinario CMC.

 

L’evento, nato nel Regno Unito, si svolgerà in contemporanea in 10 città italiane (Milano, Genova, Trento, Siena, Roma, Napoli, Palermo, Pisa, Pavia, Torino) e 12 paesi al mondo (Regno Unito, Irlanda, Francia, Italia, Stati Uniti, Australia, Spagna, Germania, Brasile, Sud Africa, Austria e Canada).

 

Durante la tre giorni dell’evento, scienziati coinvolti in varie discipline spiegheranno, in modo comprensibile anche ai non addetti ai lavori, i temi scientifici più attuali: dai neutrini all’alimentazione, dagli oceani alla ricerca di vita extraterrestre, dall’inquinamento allo studio del cervello.

 

Lo U-Turn/ Piano B, in via Pallonetto a Santa Chiara 15 (Napoli) ospiterà per due serate ricercatori coinvolti nello studio dell’astrofisica e della cosmologia, mentre il 25 maggio sarà la volta di scienziati impegnati nella comprensione del nostro cervello.

 

Allo Slash, in via Vincenzo Bellini 45 (Napoli), lunedì 23 si parlerà degli oceani e del loro impatto sul clima terrestre e dell’inquinamento dei suoli campani, per proseguire poi con una serata dedicata allo studio della mente e concludere con l’esperienza di chi si occupa di sostanze utili al benessere umano.

 

Ad Avellino, presso il GiuAlè Soul Pub in via Oblate 20, nel corso delle tre serate si parlerà del pianeta terra e delle sue risorse e fragilità, andando dall’evoluzione allo studio dell’inquinamento.

 

Ci siamo resi conto che esiste un grande bisogno di sapere e Pint of Science riesce a soddisfare diverse tipologie di pubblico, dal nerd all’avvocato, dal medico all’impiegato di banca e scegliendo gli speaker con cura ci siamo accorti come la scienza possa essere davvero sexy, anche per i non addetti ai lavori” – dice Ilaria Zanardi responsabile nazionale e Presidente dell’Associazione Culturale Pint Of Science Italia –“Siamo davvero orgogliosi di organizzare  questo evento proprio qui in Campania” commenta Domenico D’Alelio, coordinatore locale (insieme a Davide Di Cioccio) di Pint of Science per Napoli ed Avellino, “Le eccellenze scientifiche della nostra regione sono molteplici ed abbracciano numerose discipline, ma non sempre i ricercatori trovano il giusto spazio per far comprendere al grande pubblico  l’impatto sociale che hanno le loro scoperte, soprattutto quelle che non attraggono l’attenzione della stampa” conclude D’Alelio

 

In Italia Pint of Science, evento senza scopo di lucro in cui tutti lavorano su base volontaria, prevede il coinvolgimento di tre pub per ognuna delle 10 città, nelle quali verranno affrontati argomenti scientifici diversi suddivisi in sei aree tematiche: Beautiful Mind (neuroscienze, psicologia e psichiatria), Atoms to Galaxies (chimica, fisica e astronomia) Our Body (biologia umana) Planet Earth (scienze della terra, evoluzione e zoologia) Tech Me Out (tecnologia e computer) Social Sciences (legge, storia e scienze politiche).

 

 

 

Questo, nel dettaglio, il programma campano di Pint of Science 2016:

 

U Turn / Piano B – Napoli, via Pallonetto Santa Chiara 15 (inizio ore 20.30)

per info: Alessia Sannino: (mail: alessia.sannino@na.infn.it, cell: 3403301999)

Lunedì 23 maggio – Messaggeri dalle profondità del cosmo

Giuliana Galati – Neutrini birbanti: le particelle più piccole e dispettose dell’Universo

Annalisa Allocca – Virgo: in ascolto dei sussurri dell’Universo

Martedì 24 maggio – La vita, l’Universo e tutto quanto

Giovanni Covone – Dove sono tutti quanti? La ricerca della vita intelligente nel cosmo

Alessandra Rotundi – Rosetta: una stele spaziale per decifrare il linguaggio delle comete e per definirne il ruolo nell’insorgere della vita sulla Terra.

Mercoledì 25 maggio – La mente tra logica e percezione

Dario della Monica – Ragionamento cognitivo e ragionamento simbolico

Ornella Sguro – La percezione e l’invenzione del reale
Slash – Napoli, via Vincenzo Bellini 45 (inizio ore 20.00)

per info: Davide Di Cioccio (mail: davdicioccio@gmail.com, cell: 3288877968)

Lunedì 23 maggio – Cronache del Ghiaccio e del Fuoco: dall’oceano globale ai suoli locali

Pasquale Castagno – Napoli-Antartide andata e ritorno: il ruolo degli oceani polari sul clima terrestre

Diego Civitillo – Campania felix o infelix? Viaggio geochimico nella Terra dei fuochi

Martedì 24 maggio – Viaggio nella mente individuale e sociale

Silvia D’Ovidio – Un dualismo da rivedere: corpo e mente nella psiconcologia

Emanuele Schember – La rappresentazione sociale della cultura

Mercoledì 25 maggio – Le molecole del benessere

Immacolata Castellano – Salute, nutrizione e benessere: idee dal mare

Anita Capalbo – Collageno: miti e verità sulla proteina che ti fa bella

 

GiuAlè Soul Pub – Avellino, via Oblate 20 (inizio ore 21:00)

per info: Emanuela Dattolo (mail: emanudat@gmail.com, cell: 3289417151)

Lunedì 23 maggio – La scienza è tutto un fermento: dalla birra ai… terremoti

Martino Forino  – Luppolo e Birra: i (benefici) effetti collaterali di una buona pinta

Gaetano Festa – Diamoci una scossa. Carnet di viaggio nella crosta terrestre

Martedì 24 maggio – La teoria dell’evoluzione: bufale e polpi

Roberto Sandulli – Bazzecole, quisquilie e pinzillacchere… ovvero le bufale sull’evoluzionismo e sul suo papà, Charles Darwin

Ilaria Zarrella – Puoi osservarlo O sentirti osservato da lui Leccarti i baffi, Pescarlo o catturalo

O restarne affascinato (POLPO)

Mercoledì 25 maggio – Inquinamento e rifiuti. Problemi e sfide degli ecosistemi umani

Raffaele Cucciniello – Inquinamento indoor: che aria respiriamo?

Carmela Malvano – Il ciclo di vita dei beni e dei servizi che usiamo giornalmente: dalla loro “nascita” alla loro “morte” quale impatto per l’ambiente?

 

Pint of Science – La Storia

Nel 2012 Michael Motskin e Praveen Paul erano due ricercatori all’Imperial College di Londra. Diedero vita ad un evento chiamato “Meet the researchers” (Incontra i ricercatori) nel quale alcuni malati di Parkinson, Alzheimer, malattia del motoneurone e sclerosi multipla potevano andare nei loro laboratori a vedere quale tipo di ricerca facessero. L’evento fu molto motivante sia per i visitatori che per i ricercatori.

Pensarono che se le persone vogliono entrare nei laboratori e incontrare i ricercatori, perché non portare i ricercatori fuori ad incontrare le persone? E così nacque Pint of Science. Nel Maggio 2013 si tenne la prima edizione di Pint of Science che ha portato al grande pubblico alcuni dei più rinomati ricercatori a raccontare il loro lavoro innovative agli amanti della scienza e della birra. È stato un successo strepitoso.

 

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.