3 dicembre 2016

Roma – Taxi, Santori, FDI: “Fretta sospetta su regole Taxi e NCC in aeroporti”

“Il Pd al governo di Regione Lazio e Città Metropolitana continua a decidere sulla pelle dei romani e a discapito della città di Roma ciò senza alcun interlocutore politico considerato il momento di vacatio dovuto al commissariamento dell’amministrazione capitolina. Dopo le decisioni che si intendono intraprendere in Regione Lazio sulla disciplina e il conferimento di funzioni e compiti amministrativi a seguito della Legge Del Rio ora è la volta della Città Metropolitana di Roma che cerca di imporre la disciplina del servizio di taxi e quello di noleggio nel “bacino di traffico Comprensoriale portuale e aeroportuale”, costituito dai comuni di Fiumicino, Ciampino, Civitavecchia e Roma. E’ paradossale e sospetto che non si possa attendere un mese per conoscere l’esito delle elezioni per il rinnovo della carica di primo cittadino della Capitale e dell’Assemblea Capitolina”, è quanto afferma in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia, in relazione alle dichiarazioni rilasciate dal delegato alla mobilità della Città Metropolitana.

“Che la giunta della Città Metropolitana, ormai agonizzante, possa pensare di intervenire su una materia così delicata, senza tenere in considerazione il contributo del comune di Roma, oggi commissariato per il fallimento dello stesso Pd e del suo ex sindaco Ignazio Marino, rasenta la follia. Ora, a distanza di mesi, comprendiamo anche la volontà subdola della maggioranza di centrosinistra in Consiglio regionale che sotto Natale, per mezzo di un ambiguo emendamento partorito all’ultimo momento all’interno del maxiemendamento che ha stravolto la Legge di stabilità, aveva dato tempo sino al 31 maggio ai Comuni ricadenti nel “bacino di traffico comprensoriale” di trovare un’intesa che regolamenti il servizio Taxi e Ncc nei sedimi portuali ed aeroportuali. Tale atteggiamento potrebbe confermare un  nostro sospetto, e cioè il fatto che dietro questa fretta possa nascondersi la tutela di alcuni interessi particolari presso lo scalo aeroportuale di Fiumicino. Non si vada oltre e si attenda un confronto serio con la nuova amministrazione che governerà Roma Capitale”. Conclude Santori.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.