11 dicembre 2016

L’Estate si tinge di Rat-Man, Leo Ortalani disegna la T-shirt per Cesvi

 

In occasione della seconda edizione dell’ARF! «Festival di storie, segni e disegni», in programma dal 20 al 22 maggio 2016 presso La Pelanda del MACRO Testaccio di Roma, Cesvi presenta in anteprima nazionale la t-shirt esclusiva firmata da Leo Ortolani, uno dei più amati fumettisti italiani, la cui popolarità è stata decretata proprio da Rat-Man, il personaggio nato dalla sua matita nel 1989 e attualmente pubblicato in Italia da Panini Comics.

La maglietta verrà realizzata in 2 varianti colore – gialla o nera – e il ricavato delle vendite verrà interamente devoluto alla Casa del Sorriso per ragazzi di strada in Zimbabwe, una struttura creata da Cesvi nel 2005 in cui vengono accolti bambini e giovani di strada, garantendo loro protezione, nutrizione, supporto educativo, medico e psicologico.

Sarà possibile acquistare la t-shirt in anteprima presso la postazione del Cesvi presente all’ARF! Festival. Inoltre, dal 23 maggio in poi sarà disponibile in tutte le fumetterie italiane servite da PAN Distribuzione aderenti all’iniziativa.

Venerdi 20 maggio alle ore 18:30, presso la Sala Incontri, le due magliette saranno presentate ufficialmente al pubblico. A raccontare l’iniziativa sarà Giangi Milesi, Presidente Cesvi, con la straordinaria partecipazione del Trio Medusa, storici testimonial Cesvi che hanno più volte visitato la Casa del Sorriso di Cesvi in Zimbabwe.

Alla presentazione sarà presente anche l’autore delle bellissime t-shirt, Leo Ortolani, che peraltro – per la prima volta a Roma – esporrà anche le sua tavole originali con la mostra «Da Rat-Man a Star Wars, il cinema secondo Leo Ortolani».

SALA INCONTRI c/o La Pelanda – Macro Testaccio

Piazza Orazio Giustiniani, n°4 – Roma.

Cesvi (www.cesvi.org) è un’organizzazione umanitaria italiana laica e indipendente (Fondazione di partecipazione ONLUS), fondata nel 1985 a Bergamo. Opera in tutti i continenti per affrontare ogni tipo di emergenza e ricostruire la società civile dopo guerre e calamità. Realizza progetti di lotta alla povertà e iniziative di sviluppo sostenibile, facendo leva sulle risorse locali e sulla mobilitazione delle popolazioni beneficiarie. In Italia è stata la prima associazione premiata con l’Oscar di Bilancio per la sua trasparenza nel 2000, importante riconoscimento ottenuto per la seconda volta nel 2011.

Leonardo Ortolani (https://leortola.wordpress.com/) Nato a Pisa il 14 Gennaio 1967, inizia a disegnare i suoi primi fumetti come autore completo da autodidatta, raggiungendo il successo con la creazione di Rat-Man. Dopo essersi laureato in Scienze Geologiche a Parma, città dove vive tuttora insieme a sua moglie Caterina e alle sue figlie Johanna e Lucy Maria, pubblica la sua prima storia di Rat-Man nel 1989 su Spot ( un supplemento del L’Eternauta) dopo aver vinto un concorso per autori esordienti.

Le sconvolgenti origini di Rat-Man gli permette di vincere il Premio Spot per la miglior sceneggiatura al Lucca Comics 1990, ottenendo visibilità e iniziando a collaborare per numerose riviste e fanzine indipendenti come Made in USA, dove realizza altre due storie di Rat-Man e alcune parodie dei supereroi. Nel 1992 inizia a collaborare con la rivista Star Comix  realizzando Clan, Le meraviglie della natura, Le meraviglie della tecnica e, per Totem Extra, Gli intaccabili, mentre nel 1993 pubblica le sue strisce L’ultima Burba grazie all’interessamento di Bonvi e Quelli di Parma per la Gazzetta di Parma. Nel 1995 crea Venerdì 12, serie pubblicata dal mensile L’isola che non c’è e inizia ad autoprodurre Rat-Man di cui scrive e disegna i primi dodici numeri prima per le Edizioni Foxtrot e poi per la Bande Dessinée. Nel 1996 Rat-Man viene pubblicato sul mensile Marvel Magazine della Marvel Italia (oggi Panini Comics) con la storia Rat-Man contro il Punitore per poi passare sul bimestrale Rat-Man Collection dal 1997.

Rat-Man è tuttora pubblicato da Panini Comics e, dopo quasi ventanni di pubblicazione, la creazione di numerose parodie del calibro de Il Signore dei Ratti, Star Rats e 299+1 e la messa in onda di una serie di cartoni animati su Rai Due, si sta avvicinando la sua conclusione.

Nel 2011 pubblica per Sperling & Kupfer Due figlie e altri animali feroci – Diario di un’adozione internazionale in cui racconta i vari passaggi che sono stati necessari per procedere all’adozione delle sue figlie. Il suo lavoro su Rat-Man gli ha valso ben sei Premi Micheluzzi nel 1998, nel 2000, nel 2003, nel 2006, nel 2008 e nel 2010. L’autore è in mostra ad ARF! Festival con una selezione di tavole originali e per l’occasione presenterà in anteprima CineMAH – Il buio in sala, la raccolta delle sue recensioni cinematografiche pubblicate sul suo blog nel corso degli anni ed ora edite da Bao Publishing.