10 dicembre 2016

Roma – Sanità, Santori, FDI: “Zingaretti riferisca su spostamento laboratorio Spallanzani”

Altro sperpero di risorse pubbliche in cui viene calpestata l’ennesima eccellenza della sanità laziale. Pronta denuncia alle autorità competenti
“Sulla questione del trasferimento dei tecnici di laboratorio in servizio dal’IRCCS Lazaro Spallanzani al San Camillo serve chiarezza. Chiediamo all’azienda ma anche al Presidente Zingaretti di riferire perché non si comprende il trasferimento di personale che costituisce un’eccellenza per la nostra sanità quando lo stesso allo Spallanzani è attualmente sotto organico rispetto a quanto previsto dalla pianta organica del personale. Si tratta di un’operazione di cui, nonostante i continui appelli del sottoscritto e degli operatori, non abbiamo ancora compreso le reali motivazioni. Presso lo Spallanzani esistono strutture e personale di altissimo livello e, nel triste contesto di una sanità malata, andare a colpire una realtà efficiente e di qualità ci sembra assolutamente inaccettabile”, così in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia.
“Non vorremmo che fosse un tentativo malsano di procedere alla chiusura del laboratorio di Biochimica Clinica e Farmacologica dello Spallanzani e, in tal senso, c’è da chiedersi dove andranno a finire i macchinari di altissima funzionalità ivi presenti, alcuni dei quali di ultima generazione, acquistati recentemente. Temo che si tratti dell’ennesimo sperpero da milioni di euro. Inoltre, nel decreto DCA n. 219/2014 è espressamente scritto che l’IRCCS non è inserito tra gli accorpamenti previsti dallo stesso decreto. Presenterò una denuncia alle autorità competenti anche perché gli stessi tecnici di laboratorio sono già sul piede di guerra e intendono vederci chiaro rispetto a questo spostamento presso il San Camillo”, conclude Santori.