11 dicembre 2016

Roma – Viale Liegi, rapinano un supermercato e si nascondono in una scuola, arrestati due italiani

Ieri mattina alle ore 11 due uomini con il cappuccio in testa, armati di pistola, sono entrati in un supermercato di viale Liegi e in pochi minuti hanno rapinato due casse.

Immediate le ricerche diramate dalla sala operativa della Questura alle pattuglie antirapina.

Nel giro di 20 minuti i rapinatori erano già in manette.

Sul posto della rapina si sono concentrate alcune pattuglie del Reparto Volanti, dei commissariati Villa Glori e Salario – Parioli ed un equipaggio della Sezione Falchi della Squadra Mobile.

Gli agenti, in base alle descrizioni fornite dal personale del supermercato, hanno seguito la direzione di fuga dei malviventi, scappati a piedi, e poco distante, tra via Benaco e via Panama, hanno individuato i fuggitivi inseguiti a poca distanza da alcuni commessi del negozio.

Alla vista della Polizia i rapinatori si sono intrufolati in un istituto scolastico. Gli agenti hanno fatto subito irruzione all’interno per mettere in sicurezza gli studenti presenti in quel momento, dopodiché è bastato poco per scovare entrambi i malviventi, che si erano nascosti dentro i bagni.

Uno dei due era armato di un grosso coltello, che fortunatamente non ha fatto in tempo ad usare, mentre l’altro, quello armato di pistola ha cercato di afferrare l’arma, ma la reazione dei poliziotti l’ha preceduto ed è stato disarmato e bloccato, seppur dopo una violenta colluttazione.

Si tratta di due italiani S.M. e T.A., entrambi romani, rispettivamente di 44 e 38 anni, già noti alle forze dell’ordine, che sono al momento accusati di rapina aggravata in concorso, addosso avevano ancora il denaro appena preso nel supermercato.

Le indagini non sono comunque concluse. Gli investigatori sospettano infatti che i due possano essersi resi responsabili di altre rapine avvenute in zona negli ultimi giorni.