10 dicembre 2016

Unioni Civili, Gasparri: “Giorno di lutto per la società italiana”

Il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, all'arrivo a Palazzo Grazioli per l'ufficio di presidenza presieduto dal premier Silvio Berlusconi, questo pomeriggio 01 giugno 2011 a Roma. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

 

Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, è intervenuto questa mattina su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò, nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Durissimo Gasparri parlando di legge sulle Unioni Civili: “E’ lo stravolgimento della realtà naturale della vita, perché questa legge invece di limitarsi a regolamentare i diritti degli omosessuali, cosa su cui c’era ampia condivisione, ma stravolge la realtà perché di fatto aprirà la strada a ulteriori sentenze che faciliteranno il commercio di bambini. Si stravolge una realtà antropologica, i bambini nascono dall’incontro tra un uomo e una donna. E’ una follia totale, è una aberrazione, è un giorno di lutto per la società italiana. Il putiferio dopo le dichiarazioni di Marchini che ha detto che non celebrerebbe mai un’unione civile? Me lo aspettavo, la sinistra vuole dominare il dibattito con la logica del politicamente corretto. Marchini ha fatto un’affermazione semplicissima e sacrosanta, questi vogliono vendere e comprare bambini mettendo a tacere chi contrasta tutto ciò. Io neanche celebrerei mai una unione civile”.

Audio- http://www.radiocusanocampus.it/podcast/?prog=1517&dl=8274

Fonte: Radio Cusano Campus