Fassina: noi restiamo in campo. Presentato il ricorso al Tar

«Per entrambe le liste, Sinistra per Roma e la lista civica FASSINA, noi abbiamo presentato il massimo di firme possibili e non c’è stato nessun problema sulla qualità di nessuna firma. L’errore materiale è che su alcuni di questi moduli nei quali sono state certificate le firme, la certificazione ha dimenticato di scrivere la data». Lo ha detto Stefano Fassina, escluso dalla competizione elettorale per il Campidoglio, dopo la presentazione delle liste all’ufficio elettorale del comune. «Di fronte a questo errore, che ha comportato l’esclusione, già da ieri sera abbiamo chiesto ad alcuni avvocati di attivarsi per preparare il ricorso e nelle prossime ore verrà presentato su un punto fondamentale», ha aggiunto.

«Tutti gli elementi che possiamo portare a supporto della nostra tesi ci fanno essere davvero fiduciosi, ci sono anche tante sentenze di casi analoghi risolte positivamente, quindi non abbiamo motivo di prevedere un futuro negativo. Ci sono tutte le condizioni per rimanere in campo, continuiamo a fare campagna elettorale in questa settimana a livello cittadino e municipale perché gli elementi sostanziali per un risultato positivo ci sono tutti».

«La persona che ha certificato i moduli, che sono sprovvisti di data, è stata nominata vicepresidente del IV municipio il 28 dicembre dello scorso anno, quindi era materialmente impossibilitata a certificare prima di quella data. Sui moduli per la presentazione delle liste è indicata la data delle elezioni – ha aggiunto- e il decreto che ha indetto le elezioni è un decreto di aprile. Queste sono le due ragioni sostanziali che a nostro avviso consentono di poter certificare la funzione che la data che non è stata apposta avrebbe dovuto svolgere. La cosa che più mi è dispiaciuta ieri è che la professionalità delle persone che hanno lavorato in queste settimane ha subito un colpo in termini di immagine. Ovviamente mi assumo direttamente tutte le responsabilità perché sono responsabilità mie».

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 7135 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.