6 dicembre 2016

“La famiglia. prima tappa del benessere”

Scuola, famiglia e istituzioni unite per il benessere degli alunni. Si terrà giovedì 12 giugno (ore 18) nell’Auditorium dell’Istituto per i Servizi dell’Enogastronomia e dell’Ospitalità “Petronio” di Monterusciello (via Serao 13, Pozzuoli) il convegno “La famiglia… prima tappa del benessere”.

L’evento è organizzato dall’Ipseoa “Petronio” in collaborazione con l’Asl Na 2 Nord.

Introduce: Filippo Monaco, dirigente scolastico. Saluti di Vincenzo Figliolia, sindaco di Pozzuoli e di Antonio D’Amore, commissario straordinario Asl Na 2 Nord. Al centro del convegno le dipendenze nelle sue varie manifestazioni. In merito a questi argomenti interverranno Giorgio Di Lauro, direttore del Dipartimento delle Dipendenze Patologiche dell’Asl Na2 Nord con una relazione dal titolo “Prevenire non è un compito in più”. Seguiranno gli interventi di Antonietta Matera, psicologa del Dipartimento delle Dipendenze patologiche dell’Asl Na 2 Nord con un intervento dal titolo, “Navighiamo insieme liberi dalle dipendenze” e, infine, Rosaria Orteca, medico dell’Unità Operativa Alcoologia con “L’impatto della neuroscienze nelle dipendenze patologiche”. Modera Ciro Biondi, giornalista.

“La nostra scuola ha l’obbiettivo di essere vicino agli alunni e alle loro famiglie – afferma il professor Filippo Monaco, dirigente scolastico – e vogliamo aprire le porte della nostra scuola al territorio, anche durante il pomeriggio. Questo è il secondo appuntamento dedicato alle famiglie. Precedentemente è stato organizzato un convegno con esperti che anno discusso della Dieta Mediterranea. Si tratta di eventi che coinvolgono la popolazione perché trattiamo di argomenti di attualità. Purtroppo le dipendenze sono delle vere e proprie patologie e come tali devono essere seguite. È necessario conoscerle per affrontare i complessi problemi dei ragazzi. Un compito fondamentale ce l’hanno le famiglie nei confronti delle quali deve essere fatta una corretta informazione”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5958 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.