4 dicembre 2016

IX° Municipio – È Cucunato il candidato presidente dell’EUR

 

Cucunato 52 anni, Sposato due figli vive e lavora all’Eur. Un curriculum di tutto rispetto  nella vita e in politica è sicuramente il miglior candidato che si poteva scegliere  nella coalizione. Laureato in Economia con Specializzazione e Perfezionamento in Scienze Bancarie  e dipendente da un trentennio di  un importante Istituto di Credito locale a Roma, dove si occupa di Marketing. E’ già  stato due volte Consigliere  di Roma Capitale  al Municipio come primo degli eletti, e poi votato con 31.600 voti Consigliere Provinciale e  nominato Presidente della Commissione Riforme per Roma Capitale e della Città Metropolitana.

E’ stato uno dei promotori dei decreti per la riduzione dei costi della politica e della semplificazione amministrativa  a livello di Province e  Municipi. Impegnato da anni in attività sociali e culturali del Territorio a sostegno e a supporto della partecipazione attiva  e della formazione dei giovani, su temi di legalità, solidarietà e cooperazione. Ha sostenuto numerose  attività per il miglioramento della qualità dei servizi, finanziando con numerosi emendamenti iniziative strutturali e culturali del territorio del quadrante ovest della città dall’’ Eur a Ostia da Portuense al Laurentino.

L’esperienza maturata ha fatto si che le sue proposte hanno prodotto in sinergia con le Amministrazioni Municipali e Comunali, la creazione di fondi rotativi e finanziari, a supporto  di varie attività imprenditoriali e commerciali, le più importanti riguardano delibere per riqualificare le periferie, gli spazi verdi, le iniziative ambientali e i nuovi quartieri.

“ La candidatura a guidare il Municipio più importante di Roma, – sottolinea Cucunato alla sua prima uscita come candidato Presidente,  – mi riempie di orgoglio, ma è anche una grande responsabilità, un atto di coraggio e di amore verso il IX Municipio. Ho deciso di proporre la mia candidatura perché questo territorio negli ultime anni, ha subito una continua decadenza, dovuta  ad una incapacità gestionale e amministrativa senza paragoni, che più volte ho denunciato su gli organi di stampa e nei numerosi incontri con i cittadini”. Nel programma dettagliato fatto da nove macro aree su cui lavorare, priorità ha la riqualificazione e rigenerazione urbana dei quartieri degradati e una migliore qualità dell’erogazione dei servizi. Il nostro territorio deve ritornare ad essere un municipio in cui le famiglie che qui hanno deciso di vivere siano in Sicurezza, dove i cittadini residenti che contribuiscono con la maggior quantità di imposte e tributi alle casse capitoline, possono ricevere una qualità di servizi efficienti. Tra le priorità del programma “ strade senza buche, e quartieri senza discariche” primati che all’Eur sostiene  Cucunato non ci debbono più appartenere. “Se siamo il cuore pulsante della città con sedi di uffici importanti, i residenti non debbono pagare colpe per mancanza di parcheggi e prostituzione dilagante, furti a ripetizione e commercio abusivo da primato”. Su scuole, cultura e servizi sociali una attenzione oltre ogni aspettativa, perché soprattutto nei nuovi quartieri siamo tornati indietro di un ventennio. Nel nostro Municipio dobbiamo sognare e prevedere nel lungo periodo, soprattutto quando diventeremo polo mondiale congressuale e territorio di olimpiadi, il tutto va restituito ai residenti con servizi di mobilità adeguati e servizi primari nei quartieri più decentrati. L’ impegno è soprattutto orientato al futuro, ai giovani per questo la creazione di un ufficio di turismo congressuale e una cittadella sulla  “new economy” che va prevista e realizzata. Nove macro punti, che diventano 81 proposte di governo con Cucunato Presidente, dove partecipazione e lavoro comune con le associazioni e  i comitati di quartiere formano un mosaico perfetto, per far tornare l’Eur e il Municipio ai fasti di un tempo. “Siamo alla prova del nove” conclude Cucunato cambiare o perire sotto l’incapacità amministrativa e politica di chi, maggioranza e opposizione ha la colpa di aver portato l’Eur ad essere violentato con colate di cemento e decisioni cervellotiche. Oggi possiamo riscrivere una nuova storia che si chiama  cambiamento, non lo dobbiamo a noi, ma hai nostri figli”.

About Samantha Lombardi 4007 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it