7 dicembre 2016

Binder, è suo il GP di Francia

Al GP di Francia in classe Moto3™ continua a brillare la stella di Brad Binder, pilota Red Bull KTM Ajo. Il sudafricano sale sul gradino più alto del podio per la seconda volta in due settimane. Secondo Romano Fenati, SKY Team VR46, dopo avrer condotto gran parte di gara; terzo Jorge Navarro di Estrella Galicia 0,0.

Il migliore del warm up è stato lo spagnolo numero 9 e la prima fila della griglia di partenza è composta da Niccolò Antonelli del team Ongetta-Rivacold, Binder e Aron Canet pilota Estrella Galicia 0,0. Il sudafricano durante la mattinata ha avuto un altro problema tecnico successivo ad un venerdì caratterizzato dagli stessi inconvenienti. Molti piloti hanno optato per le gomme medie eccetto Antonelli che ha scelto le soft.

Si spegna il semaforo e Antonelli è già davanti ma la prima posizione gli è strappata da Binder mentre il gruppo si allunga nelle prime curve. Seguono Fenati e Navarro, cadono Adam Norrodin della scuderia Drive M7 e Jules Danilo, team Ongetta-Rivacold, così come Karel Hanika team Platinum Bay. Il primo giro vede la lotta serrata tra l’italiano e il sudafricano ma il pilota autore della pole presto perderà terreno.

Fenati, al terzo posto, segna il giro più veloce e tiene nel mirino i due piloti davanti; il gruppo procede compatto durante il suo quarto giro. In quinta posizione troviamo Canet poi Jakub Kornfeil, Drive M7 SIC Racing e Khairul Pawi del team Honda Asia vicinissimi alle posizioni di vertice.

L’ascolano sale al secondo posto quando Antonelli scivola al quinto, Binder è primo ma il pilota SKY Team VR46 lo bracca da vicino. I sei procedono uniti racchiusi in circa 0.500s. Binder prova ad allungare e dietro la lotta tra Fenati Navarro e Canet è accesa e senza esclusione di colpi. I portacolori Estrella Galicia sono sulle ruote della KTM numero 5; Fenati però stacca meglio di Binder e lo supera alla curva 4, i due si intervallano in testa al gruppo per diversi passaggi. Nessuno in queste fasi sembra poter allungare quando Phillip Oettl, Schedl GP e Darryn Binder del team Platinum Bay, cadono senza conseguenze rispettivamente alla curva quattro e tre.

Nel gruppo che guida la corsa entra anche Fabio Quartararo di Leopard Racing; il pilota di casa ora è quarto mentre Fenati e Binder lottano ad ogni curva per il primato della gara. Si preannuncia un arrivo in volata quando mancano 14 giri alla fine. Sale di posizione anche Andrea Migno, compagno di scuderia di Fenati che sorpassa Antonelli mettendosi in sesta posizione. In ottava piazza l’altro pilota SKY Team VR46, Nicolò Bulega.

I quattro piloti di testa ora allungano quando mancano undici giri alla fine; Fenati, Canet, Binder e Navarro danno vita ad una spettacolare lotta di vertice. Comanda il pilota ascolano quando Navarro mette la sua Honda davanti alla KTM Red Bull dell’attuale leader iridato che risponde e torna secondo. I piloti di testa anticipano il resto del gruppo di circa 2 secondi dove primo è Quartararo seguito da Migno, poi Antonelli e Bulega che sembra accusare la botta al braccio sinistro rimediata durante la spaventosa caduta del sabato di qualifiche. Cade Hiroki Ono, Honda Team Asia, alla curva 8.

La testa della corsa ora è divisa da due gruppi di quattro piloti ciascuno. In testa c’è sempre Fenati a 0.181s di vantaggio su Navarro, poi Binder e Canet. A sei giri dalla fine la sfida costante nel gruppo di testa sembra destinata addirittura ad aumentare. Dietro a Fenati i due piloti Estrella lanciano continui attacchi a Binder che difende con forza la sua seconda posizione chiudendo ogni traiettoria. A due giri dalla fine Binder attacca duramente Fenati e lo sorpassa, Navarro prova ad approfittarne ma l’italiano chiude e resta secondo.

Ultimo giro, comanda Binder con Fenati e i due spagnoli al suo inseguimento. L’italiano prova a stare attaccato alla ruota del numero 41 ma non riesce a trovare lo spazio per il sorpasso e al traguardo sarà secondo mentre dietro i due compagni di box duellano per la terza piazza che alla fine è di Navarro con Canet giù dal podio.

Dietro Bulega, risalito fino alla quinta posizione, poi Quartararo, Migno e Antonelli che chiude ottavo a 0.441s dal vincitore.

Con la vittoria francese il pilota Red Bull è sempre più leader della classe con 102 punti; dietro le posizioni non cambiano, Navarro a 78 punti è secondo davanti ai 67 punti di Fenati.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5976 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.