4 dicembre 2016

Pole in Francia per Antonelli

La pole del GP di Francia è di Niccolò Antonelli di Ongetta-Rivacold che in gara partirà dalla pole affiancato da Brad Binder, Red Bull KTM e Aron Canet del team Estrella Galicia 0,0. I portacolori del team SKY Racing VR46 Romano Fenati e Nicolò Bulega chiudono la seconda fila con il rookie della classe che picchia duramente il braccio durante una caduta.

Inizia il sabato pomeriggi del GP di Francia ed è il vento ad essere il protagonista inatteso delle prime qualifiche. Nelle libere della mattinata è emerso il nome di Jakub Kornfeil, Drive M7 SIC. Il ceco è stato il più veloce della combinata seguito da Antonelli e Canet.

Piloti in pista e partono i giri che determineranno la griglia di partenza della quarto di litro. Il primato temporaneo è proprio del numero 84 quando cadono Fabio Spiranelli CIP-Unicom e Adam Norrodin, Drive M7. Il secondo è Jorge Navarro, Estrella Galicia 0.0 seguito da Canet. Romano Fenati decide di uscire subito allo scoperto e prova il suo miglior passaggio, è primo con il tempo di 1:43.185s mentre il quintetto di testa è chiuso da Andrea Locatelli, migliore dei piloti Leopard, a 0.235s dal connazionale.

Brad Binder, leader iridato di KTM Red Bull, prova a mettere il suo nome in cima alla tabella tempi e ci riesce, 1:43.008s è il crono da pole provvisoria mentre cadono Gabriel Rodrigo, RBA Racing, Mir e Kornfeil rispettivamente alle curve sette, quattro e tredici.

La sfida per la pole si accende, Fenati ritorna in vetta ma è subito spodestato dal compagno di scuderia Nicolò Bulega fino ad ora non brillante in questo GP transalpino ma subito competitivo con i tempi che contano. Non è finita, Binder sale al primo posto imponendosi per il momento sui due Italiani che devono cedere il passo anche a Canet. Quando mancano 13 minuti alla fine le acque sembrano calmarsi.

I piloti entrano ai box e i team compiono le ultime modifiche tecniche per l’assalto alle posizioni migliori sulla griglia di partenza. Cade Jules Danilo di Ongetta-Rivacold alla curva 12. Nell’ultima fase delle qualifiche entra nella top five Navarro che ora è quinto a 0.205s da Binder.

Caduta spettacolare per Bulega: alla curva quattro è disarcionato dalla sua KTM e vola per metri. Solo una grave botta e tanta paura per il rookie della classe che si rialza tra i sanitari; scivola invece nella ghiaia Quartararo alla curva sette.

È Fenati ora a spingere alla caccia della prima posizione ma, quando il tempo è scaduto, conclude il suo giro finale solo al quarto posto. Ci prova anche Antonelli e conquista una brillante pole, la quarta nella classe, dopo un venerdì incerto, 1:42.756s il crono da prima piazza per il pilota di Cattolica. Seguono Binder e Canet a chiudere la prima fila. In seconda Navarro e i due portacolori del team SKY Racing VR46 con Bulega che, sottoposto ai primi accertamenti medici a bordo pista, accusa solo una botta al braccio destro: GP salvo per il numero 8.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5936 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.