10 dicembre 2016

Cerveteri – Multiservizi Caerite: la “buona pratica” del Comune

“I soldi dei cittadini di Cerveteri non saranno più sprecati per pagare gli interessi dei debiti. La cattiva gestione e lo sperpero di risorse pubbliche è finito. La Multiservizi Caerite, da azienda sull’orlo del fallimento, è diventata in 4 anni un’azienda solida, pronta a fare nuovi investimenti e migliorare l’efficienza dei servizi”. Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, ha annunciato l’avvenuta restituzione del prestito di 500.000 euro concesso dal Comune all’azienda municipalizzata Multiservizi Caerite.
I soldi sono serviti per ripianare gran parte del debito accumulato negli anni dall’azienda, innescando dei meccanismi virtuosi di risanamento che ne hanno rimesso in sesto le finanze e ricostruito la credibilità dell’azienda nei confronti dei fornitori.
“Abbiamo messo in campo un’operazione finanziaria estremamente innovativa, e l’abbiamo conclusa con successo – ha dichiarato il Sindaco Pascucci – il prestito è stato restituito insieme agli interessi previsti, producendo vantaggi sia per la Multiservizi che per il Comune. Rimettere in sesto l’azienda e salvaguardare tutti i posti di lavoro era un impegno fondamentale. Siamo orgogliosi di aver chiuso per tre anni di fila il bilancio aziendale in attivo, anche perché tutti i bilanci precedenti, dalla fondazione della Multiservizi a tre anni fa, si erano chiusi sempre in negativo, con una perdita media di 450.000 euro l’anno e punte negative di oltre 700.000 euro”.
“Per il Comune – ha spiegato il Vicesindaco Giuseppe Zito – il vantaggio è stato doppio. Avevamo 500.000 euro fermi, improduttivi, che non potevamo utilizzare né per le opere pubbliche né per altri servizi. Abbiamo quindi messo in produzione queste risorse. Oggi, insieme alla restituzione del prestito, il Comune ha incamerato anche 20.000 euro di interessi. Non solo. Fino al 2013 la Multiservizi sprecava 150.000 euro l’anno per corrispondere interessi ai fornitori e alle banche. Stiamo parlando di soldi dei cittadini che fino ad oggi nessuno aveva mai pensato di risparmiare. Nel 2014 e nel 2015 questa cifra è stata abbattuta del 50%. Entro un anno contiamo di portarla a zero”.
“Proseguendo insieme al Direttore Generale Alex Sorokin il lavoro avviato dai nostri predecessori Gazzella e De Angelis – ha spiegato Claudio Ricci, Amministratore unico della municipalizzata – stiamo rimettendo in carreggiata un’azienda che solo 4 anni fa era allo sbando. La manovra dell’Amministrazione Pascucci ha permesso diversi vantaggi. Il più evidente è stato il grosso risparmio sul tasso di interesse applicato al prestito concesso dal Comune, un tasso ben minore di quelli che avrebbe preteso una qualsiasi banca commerciale. Ma il vantaggio maggiore si è avuto per la credibilità dell’azienda e il rapporto con i fornitori. Il ripianamento di grossa parte dei debiti pregressi ha permesso di bloccare l’esborso di ulteriori interessi sui ritardi di pagamento. Questa rinnovata credibilità ci ha permesso di spuntare nuove condizioni economiche, più vantaggiose. Parliamo di cifre importanti, che insieme ad una oculata gestone aziendale ci restituiscono un risparmio di oltre 70.000 euro l’anno. Un altro dato molto indicativo è quello del Margine Operativo Lordo, salito a 415.000 euro. Tutto ciò, è bene farlo sapere ai cittadini, nonostante quest’anno abbiamo dovuto iscrivere a bilancio un’uscita di 99.000 euro legata a una sanzione che l’azienda sta pagando oggi per irregolarità fiscali compiute prima dell’insediamento dell’attuale Amministrazione comunale”.

About Ruggero Terlizzi 2880 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it