3 dicembre 2016

La conferenza stampa apre il GP di Francia

Inizia il GP di Francia sul circuito di Le Mans e, nel giovedì di apertura del quinto appuntamento stagionale del MotoGP™, i protagonisti introducono quello che è una delle gare più classiche delle motociclismo internazionale.

All’incontro con i media mondiali si presentano Marc Marquez, l’attuale leader iridato di Repsol Honda, Jorge Lorenzo, secondo in classifica e portacolori Movistar Yamaha, il compagno di scuderia Valentino Rossi e dominatore nell’ultimo GP a Jerez de la Frontera, Aleix Espargaro, Suzuki Ecstar e i due idoli di casa, Loris Baz di Avintia Racing e Johann Zarco, pilota e campione del mondo in carica della classe intermedia, portacolori Ajo Motorpsort e Jonas Folger, protagonista della classe intermedia con Dynavolt GP e oggetto di recenti movimenti di mercato: l’anno prossimo sarà con Monster Yamaha Tech3 in MotoGP™.

Come primo della classifica iridata è Marquez a parlare per primo: “MI sento bene è importante questo”, ha detto il pilota HRC, “Abbiamo lavorato tanto in questo periodo e dobbiamo continuare passo dopo passo. È una pista complicata da affrontare, fatta di continue frenate e accelerazioni, anche il meteo è una variabile complicata da prevedere e ma noi siamo pronti”.

Lorenzo, secondo in Spagna, ha 17 punti in meno del connazionale: “Qui ho vinto l’anno scorso e ho buoni ricordi anche se la pista non è facile”, afferma il numero 99, “Per il momento la mia stagione è stata di sostanza, stiamo lavorando tanto anche per capire quale assetto sia migliore con i vari tipi di Michelin, anche a questo sono serviti i test di Jerez”.

Il Dottore ha dato grande prova di forza nell’ultimo GP, ora è pronto per una nuova sfida e già qualcuno parla del suo nuovo compagno di scuderia per il prossimo anno dato il passaggio di Lorenzo in Ducati. “L’anno scorso è stata una gara impegnativa”, ha commentato Rossi. “Ma comunque ho ottenuto un buon risultato, la pista è difficile e il tempo atmosferico può mutare molte volte durante il fine settimana. Qui comunque ho già vinto in passato e nel 2015 sono arrivato secondo. Le curve sono difficili e saranno necessarie le massime prestazioni in frenata”. Rossi è stato interpellato anche su chi, tra Dani Pedrosa di Repsol Honda e Maverick Viñales di Suzuki vorrebbe al suo fianco per la prossima stagione. “Non so, ci sono state molte parole in questi giorni; per me è uguale. Sono due piloti diversi e ho buone relazioni con tutti e due, vedremo”.

Aleix Espargaro e Suzuki attualmente sono in ottima forma, nelle ultime gare sono stati gli unici in grado di seguire da vicino le Honda e le Yamaha ufficiali. “La stagione è iniziata male ma ho recuperato bene in questi ultimi GP”, dice il più grande dei fratelli nella classe regina. “Dall’Argentina ho fatto progressi e qui voglio continuare a migliorare lavorando duramente con la scuderia. Non dico combattere per il podio ma stare vicino alle posizioni che contano e sfidare ad armi pari Honda e Yamaha ufficiali alle quali siamo molto vicini”.

Per ultimi i due padroni di casa. Loris Baz sta vivendo un inizio stagione non facile nella massima cilindrata, sicuramente al di sotto delle aspettative degli esordi. “Il mio inizio è stato difficile”, commenta il portacolori Avintia. “Ma metto tutto alle spalle e mi concentro su questa gara, il mio obiettivo è entrare nei migliori dieci davanti a tutti i mie tifosi e alla mia famiglia. Sono contento di essere nella classe regina e posso migliorare ancora”

Johann Zarco deve difendere il titolo della classe di mezzo, il suo inizio campionato forse non è stato all’altezza del compito. Ora è terzo a 16 punti da Sam Lowes, primo in classifica iridata. “La Moto2™ per ora si sta rivelando una bella esperienza e su questo tracciato devo fare bene, questo fine settimana ci concentreremo molto e non nascondo che l’anno prossimo mi piacerebbe essere qui corrrendo nella classe regina”.

Ma la conferenza stampa negli ultimi minuti si è allargata anche a Jonas Folger, pilota Dynavolt GP che di recente ha firmato per Monster Yamaha Tech3 sostituendo l’uscente Bradley Smith per la prossima stagione. Il tedesco ha commentato: “Sono molto contento di questo cambio incredibile, è il sogno di ogni pilota arrivare a correre in MotoGP™. Per me è una grande opportunità e darò tutto”, prosegue. “Non sarà facile e dovrò adattarmi. Nella massima cilindrata tutto è diverso, le gomme, l’elettronica, il motore. Sarà difficile ma la sfida è grande e seno pronto”.

Anche i protagonisti della massima categoria hanno fatto i complimenti a Folger per il passaggio di cilindrata e hanno espresso parole di stima per il neo acquisto di casa Tech3 riconoscendo che il cambio di classe è un passo importante e difficile. Valentino Rossi, veterano della competizione, ha commentato positivamente le doti del tedesco e ha detto che la sua nuova avventura potrà essere positiva date le grandi opportunità che in sella ad una Yamaha M1 un pilota può avere.

Da venerdì la parola passerà alla pista con le prime prove libere del GP di Francia. Aprirà la Moto3™ alle 9:00 con la FP1 e a seguire le altre classi.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.