3 dicembre 2016

I dati bleff dell’Istat su occupazione e disoccupazione

Out of Work

Nel marzo 2016 sembra che il tasso di disoccupazione sia calato. Con tale dato l’Istat rivela anche un generale miglioramento del livello di occupazione di tutte le  fasce d’età  con esclusione di quella che comprende i 25-34 enni che continuano a rimanere in difficoltà. Inoltre nonostante le promesse e prospettive del Job act di Renzi tendenti ad una limatura del precariato, l’Istat ha comunicato un aumento del 1,5% dei precari.

L’Asso-consum, associazione per la difesa dei consumatori degli utenti e dei cittadini, componente CNCU, ritiene che i dati siano falsati in quanto l’Istat ha cambiato la metodologia di rilevamento  dello stato di occupazione e disoccupazione.

L’associazione chiede che vengano rese note inoltre le categoria che venivano rilevate fino al 31 novembre 2015 e quali dal primo marzo 2016 per determinare lo stato occupazione e disoccupazione.

“Faremo un accesso agli atti dal momento che l’Istat sicuramente non vorrà rivelarli” aggiunge il presidente Aldo Perrotta

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.