3 dicembre 2016

Presentato il Trofeo Lodovico Scarfiotti

Il Trofeo Scarfiotti, primo atto del Campionato Italiano Velocità Montagna e seconda prova dell’Italiano Autostoriche è stato presentato con la conferenza stampa nella sede della Provincia di Macerata, alla presenza di Antonio Pettinari, presidente della Provincia, Enrico Ruffini presidente AC Macerata, Franco Ceregioli sindaco di Sarnano e Alferio Canesin, assessore allo sport del Comune di Macerata. Da Antonio Pettinari, presidente provinciale: “Sarnano è una località straordinaria, al pari di altre del nostro Appennino. Far conoscere il nostro entroterra attraverso queste manifestazioni è doveroso. Il sostegno delle istituzioni dev’essere continuo. Questa strada, che con il Trofeo Scarfiotti diventa protagonista, è entrata nell’immaginario collettivo perché è un percorso unico nel suo genere”. Enrico Ruffini: “La Sarnano-Sassotetto è nata nel ’69 all’indomani della morte di Lodovico Scarfiotti per onorare la sua memoria, ed è l’unica realtà in ambito nazionale ad avere due titolazioni tricolori. Siamo a quote record per numero di iscrizioni: finora oltre 240, fra auto storiche e moderne, ma è da aspettare la chiusura ufficiale di mercoledi sera. Si prepara uno spettacolo straordinario ed una prova sportiva molto impegnativa. Tra le storiche in gara avremo dei pezzi unici: rivedremo infatti quelle che corsero nel favoloso primo decennio della manifestazione e quelle che corrono in deroga, come ad esempio un’Alta degli anni ‘30”. Un ringraziamento deve andare alle istituzioni coinvolte, al Comune di Sarnano e a tutta la cittadinanza per la collaborazione. “È una vera impresa”, ha aggiunto Ruffini, “collocare centinaia di auto, piloti e team, oltre agli accompagnatori, tutti nel paddock in città.” Franco Ceregioli, sindaco di Sarnano: “La logistica è molto impegnativa, ma lo Scarfiotti è un evento con cui molti sarnanesi sono cresciuti, prova ne sia che abbiamo una scuderia, la Sarnano Corse, che partecipa con 15 auto. Abbiamo poi l’associazione ‘Sarnano in pista’ che ci aiuta nella logistica e, per la prima volta, i ragazzi dell’IPSIA di Sarnano, corso meccanica, presentano un’Alfa Romeo 156 da loro allestita, che correrà in Racing Start, con alla guida il loro professore Andrea Canzonetta”. La ricettività di Sarnano è al completo per i tre giorni della manifestazione: “È una stima difficile da fare, ma si tratta di migliaia di persone”, ha continuato Ceregioli, “possiamo poi considerare il ritorno indiretto molto rilevante che ha l’evento per il nostro territorio: i tanti media che ci seguono portano in tutt’Italia il nome di Sarnano. E’ un valido contributo alla nostra operazione di destagionalizzazione del turismo.” Alferio Canesin: “Il Comune di Macerata offre il patrocinio ad una iniziativa di livello nazionale. In collaborazione con l’Automobile Club e la Scuderia Marche-Club Motori Storici, siamo al fianco di eventi che qualificano il territorio a 360 gradi. Lo sport motoristico promuove il territorio e le sue bellezze”.

L’evento prevede per venerdi 29 aprile le verifiche sportive e tecniche presso il Comune di Sarnano e nelle aree paddock, sarà un’occasione per ammirare le vetture protagoniste e il personale tecnico occupato nei preparativi. Sabato 30 aprile, due salite di prova per le moderne (CIVM) dalle ore 9,00, mentre si completeranno le verifiche delle storiche (CIVSA) al mattino, per poi dalle ore 14,30 poter eseguire due salite di prova a loro volta. La domenica 1° maggio sarà tutta dedicata alla gara, con il via alla gara CIVSA alle ore 9,00 e dalle 12,00 la gara CIVM in salita unica. La strada sarà chiusa al traffico sempre un’ora prima, alle ore 8,00 sia di sabato che di domenica per essere riaperta in serata a programma completato. Le premiazioni saranno separate per le due gare in Piazza Perfetti. Il Comune di Sarnano ha previsto un servizio bus navetta per il pubblico, utile per raggiungere dalla città la zona partenza. Sabato pomeriggio alle 18,30 il giornalista Gianni Tomazzoni presenterà presso il Centro Congressi il suo libro “Grazie Mauro” dedicato al campione toscano Nesti, nove volte vincitore a Sarnano. Nel paddock nei pomeriggi di venerdi e sabato ci sarà un incontro-aperitivo a scopo benefico per la Fondazione Fibrosi Cistica, charity partner del Trofeo Scarfiotti. L’associazione è presente con la sua pilota-testimonial Rachele Somaschini su Mini Cooper S. A livello sportivo nella prova CIVM i favoriti per l’assoluto sono il trentino Christian Merli con la sua Osella ufficiale e Simone Faggioli iscritto con la Norma vincitrice delle ultime due edizioni, ma ci sono anche gli outsider Domenico Scola (Osella), Omar Magliona (Norma), Domenico Cubeda (Osella), Luigi Bruccoleri (Osella) e Fabrizio Fattorini (Osella). Per la gara CIVSA attenzione ai fratelli Stefano e Simone Di Fulvio, ma anche a Uberto Bonucci e Piero Lottini, tutti su Osella. Da menzionare la presenza di una decina di ragazze iscritte, e tanti altri protagonisti in grado di dare spettacolo. Tutte le attenzioni degli appassionati della montagna saranno concentrate su Sarnano e sugli 8877 metri del Trofeo Scarfiotti, 26^ edizione per la gara CIVM e nona per la gara valida per il CIVSA.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.