8 dicembre 2016

Pallacanestro – Serie B Femminile, Basket Frascati fantastica, è semifinale. Monetti: “Orgoglioso di questo gruppo”

La serie B femminile del Basket Frascati continua a stupire. La squadra di coach Marco Frisciotti ha vinto anche sul campo del Basket Tricolore Reggio Emilia (70-54) nel quarto di finale di ritorno dei play off nazionali della serie B, staccando il pass per le semifinali dove già a partire da sabato sfiderà Udine (prima gara in trasferta). «Le ragazze hanno sempre tenuto in mano l’incontro – dice con orgoglio il presidente tuscolano Fernando Monetti -, la qualificazione non è stata mai in bilico considerando che partivamo da un vantaggio di +11 maturato nella gara d’andata. Onestamente pensavamo di dover soffrire di più perché le emiliane recuperavano anche alcuni elementi rispetto alla sfida d’andata, ma le ragazze e i coach sono stati bravissimi e ci hanno regalato una grande soddisfazione: arrivare a giocare una semifinale nazionale è già un risultato storico, farlo contro una squadra come Udine che due anni fa militava in serie A1 e che ha dovuto ricominciare dalla B per motivi economici è davvero un vanto per noi. Ci giocheremo le nostre carte e poi alla fine della stagione valuteremo il da farsi». Il presidente parte da questo exploit della prima squadra femminile (che proprio lui ha fortemente voluto portare a Frascati tre anni fa) per fare un discorso di carattere generale. «Il nostro club sta ottenendo risultati straordinari negli ultimi anni, basti pensare al percorso fatto lo scorso anno dalla nostra Under 15 che è arrivata alle finali nazionali e che quest’anno è già qualificata per la fase “interzona” nella categoria Under 16. Ora questa grande soddisfazione maturata con le ragazze, anche loro arrivate ad una storica semifinale nazionale che di fatto le piazza tra le prime sedici d’Italia dell’intera categoria della serie B, senza dimenticare il buon comportamento della prima squadra maschile che milita in serie C silver e che cercherà di conquistare un posto nei play off. Insomma – conclude Monetti – il progetto ambizioso che avevamo in mente qualche anno e cioè quello di diventare un club di riferimento nel territorio, sta prendendo corpo e questo non può che essere motivo di orgoglio per tutti noi».