10 dicembre 2016

MotoGp, Jerez 2016: la pagella del Dicos

VALENTINO ROSSI 10: Bravo, bravissimo, il migliore. E’ l’unico che apparentemente non accusa problemi di gomme e batte, nella sua tana, il compagno di squadra. Afferma, nel dopo gara, che vincere a Jerez gli provoca un piacere particolare; al biscotto, forse, preferisce la paiella. Scherzi a parte (i biscottari sono pregati di finirla con questo fantasioso alibi), l’età per lui non è un alibi, anzi….Ha guidato bene e la vittoria è stata ipotecata sin dal venerdì. Sono curioso di sapere cosa si è detto con Ezpeleta quando era nel suo box. Ottimo ed abbondante!

 

JORGE LORENZO 8,5: La sua M1 sembra non yamahare come quella di Rossi. In particolare soffre problemi di “spinning” sui rettilinei. A preoccuparlo maggiormente  sembra, però, non questo inconveniente tecnico ma la possibilità che le carte del gioco non siano per tutti uguali. Di strano c’è, di sicuro, il fatto che in gara non è riuscito a ripetere i tempi fatti registrare nelle prove. Rimane la soddisfazione d’essere secondo in classifica generale. Deluso!

 

MARC MARQUEZ 8: Il folletto magico della Honda ammette che Mister 9 volte è stato semplicemente il migliore. Più volte ha rischiato di buttare alle ortiche la gara, ed ha preferito, quindi, limitare i danni. A fine gara anche lui ha avuto da ridire sul comportamento “strano” degli pneumatici. Di sicuro sarà stato un caso, dai….Se sali sul podio quando le cose vanno male (con le paielle a prendere il posto dei biscotti), beh, meriti alla grande la testa del campionato. Bravo!

 

YAMAHA: La migliore, poche chiacchiere, specie quella numerata 46.

 

HONDA: Un pizzico in difficoltà.

 

SUZUKI: Ha fatto meglio della Ducati anche se credo più per demeriti della rossa che per meriti propri….

 

DUCATI: Gara da dimenticare.

 

APRILIA: Un’altra stagione da dimenticare?

 

GARA: Noiosetta.

 

MICHELIN: I tempi fatti registrare sono lontani parenti di quelli del 2015. C’è, poi, l’aggravante che tutti, tranne uno, hanno lamentato importanti problemi. Dire che non sono tutte rose e fiori è un eufemismo.

 

TEATRINO: Approfitto di questo spazio per fare una domanda che esula dal contenuto che precede questo punto e che non riguarda i soggetti menzionati. Mi dite quella disciplina dove ci sono una società in crisi finanziaria ed una in crisi di abbonati? Un indizio: alcuni fingono di gioire nello stare in piedi sul divano…..

 

Fonte foto: tg24.sky.it

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5990 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.