5 dicembre 2016

Lowes, cavalcata vincente in Andalusia

La categoria intermedia lascia Jerez de la Frontera con il primato sempre più forte di Sam Lowes. Il pilota Federal Oli Gresini domina la gara e vince il GP di Spagna davanti a Jonas Foger di Dynavolt Intact GP; terzo è Alex Rins, portacolori Paginas Amarillas. Bene Franco Morbidelli del team Estrella Galicia 0,0 che è quarto.

Mattinata caratterizzata dalla condizioni della pista in costante miglioramento dopo la nebbia delle prime ore. A causa della poca visibilità che ha ritardato il warm up della Moto3™ anche quello della categoria di mezzo è stato posticipato; qui il più veloce è stato ancora Lowes che è caduto alla curva 7 senza alcuna conseguenza per la gara. Nel venerdì di libere il protagonista è stato Taakaki Nakagami, del team Idemitsu Honda, autore del nuovo record della categoria e lo qualifiche hanno definito una prima fila composta dal britannico numero 22 e autore della pole affiancato dai due portacolori Dynavolt Intact GP Jonas Folger e Sandro Cortese. Per la gara la scelta di quasi tutti i protagonisti della classe intermedia è ricaduta sulle Donlop intermedie.

Si spegne il semaforo ed è Folger a balzare subito davanti bruciando Lowes, terzo è Morbidelli seguito da Corsi e Rins con Cortese autore di una partenza non brillante. Il tedesco numero 94 sembra già poter staccare tutti. Brutta caduta di Xavi Vierge, Tech3 Racing e del portacolori Idemitsu Honda Ratthapark Wilairot; il pilota tailandese ha la peggio riportando in trauma cranico ed è subito trasportato dai sanitari al centro medico per accertamenti.

Cade anche Simone Corsi alla curva due. Lowes aumenta il passo e aggancia Folger sorpassandolo dopo un giro. Cade Alex Marquez di Estrella Galicia sempre alla curava due quando il pilota al comando segna il suo miglior passaggio di 1:43.287s, il britannico prova l’allungo ma senza risultato. Cadono nell’ordine Luca Marini, Forward Racing, Danny Kent di Leopard Racing, Axel Pons pilota Paginas Amarillas e Sandro Cortese che conclude così una gara iniziata dalla prima fila.

Il gruppo procede compatto e sempre guidato da Lowes, a 19 giri dalla fine i primi tre distano da Morbidelli, in quarta piazza, 1.521 secondi, dietro di lui Lorenzo Baldassarri del team Forward. Solo dopo qualche passaggio i tre piloti di testa prendono diversi metri di vantaggio quando Marcel Schrotter, AGR Team finisce nella ghiaia alla curva 13, riparte e ricade dopo cinque giri alla curva 9, la sua prova a Jerez finirà qui.

Lowes e Folger prendono qualche centesimo di vantaggio su Rins diventando potenzialmente la coppia che si giocherà la vittoria finale. Allungano poi nelle fasi centrali della gara staccandosi di circa due secondi dal pilota catalano. Tra il britannico e il tedesco ci sono 0.372s che aumentano a 0.898s quando mancano nove giri alla fine. A sei dalla bandiera a scacchi Miguel Oliveira di Leopard Racing cade alla curva 4 e poi anche Baldassarri dice addio nella ghiaia al suo quinto posto.

Lowes rafforza il suo primato di passaggio in passaggio fino alla bandiera a scacchi. Il britannico vince per la prima volta nel 2016 e precede Folger staccato di oltre tre secondi con Rins è terzo.

Con il risultato spagnolo l’alta classica iridata è guidata sempre più da Lowes con 72 punti, seguono Rins e Zarco a 62 e 56 punti. Morbidelli è il secondo degli italiani al decimo posto dietro a Corsi.

Prossimo appuntamento per la classe intermedia sarà il GP di Francia in programma da venerdì 6 maggio.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5950 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.