8 dicembre 2016

Yamaha R125 Cup – Danilo Gueli conquista il primo round a Varano de Melegari

È andata in scena domenica a Varano dè Melegari (PR) la prima tappa del trofeo Yamaha R125 2016, il monomarca dedicato alla più piccola delle supersportive tre diapason organizzato da AG Motorsport Italia in collaborazione con la Casa di Iwata. Ben 27 piloti, tra veterani e nuove leve, si sono presentati motivatissimi al primo dei cinque appuntamenti della competizione. Grazie al prezioso aiuto dei tutor presenti, i giovani iscritti sono stati accompagnati step by step nell’introduzione a questa magnifica esperienza dimostrando di essere, fin da subito, attenti e professionali nell’applicare i metodi ed i consigli ricevuti. Nella sessione dedicata alle prove libere del sabato mattina, i ragazzi sono entrati in pista con gli istruttori per migliorare traiettorie e postura in sella e per prendere confidenza con il circuito e migliorare la staccata. Subito dopo ogni turno, le lezioni sono continuate con la teoria in aula su esempi ben specifici ed individuali, a seguire poi hanno cominciato ad apprendere tutto ciò che concerne le regole da rispettare, sia sportive che tecniche.

QUALIFICHE – Già dalle qualifiche è emerso chiaramente il clima adrenalinico che governa il più piccolo dei trofei monomarca tre diapason. In sella alle bellissime Yamaha R125 da trofeo kittate con propulsore Malossi 180cc, i giovani piloti si sono sfidati per riuscire ad aggiudicarsi i posti sulla griglia di partenza. Nelle prove di sabato, la pole position viene strappata da un “infuocato” Danilo Gueli che ha la meglio su Daniel Russo. Il rookie Alessandro Arcangeli del Geko Bike Team dà battaglia ai veterani tanto da strappare nella Q2 ed in griglia di partenza il secondo posto, mentre alle sue spalle un altro rookie, Yuri Pizzedaz, si fa avanti sfiorando la prima fila. Domenica, la griglia di partenza si riempie nuovamente di nove file color blu Yamaha. Si schierano in prima fila Danilo Gueli, Alessandro Arcangeli e Daniel Russo in chiusura. A seguire Yuri Pizzedaz, Alessio Gagliardi e Maicol Spaggiari.

GARA 1 – La griglia di partenza si riempie. I motori rombano. Si spegne il semaforo e la serrata bagarre ha inizio. La partenza è perfetta, il gruppo ben compatto. Agili, tra le curve del circuito di Varano, iniziano gli inseguimenti. Scatta con determinazione il rookie Alessandro Arcangeli, subito inseguito da Danilo Gueli e Daniel Russo. Alla prima staccata della parabolica, il siciliano Gueli prende subito il comando e lo mantiene saldamente fino alla linea del traguardo. Il giovane Arcangeli, nel tentativo di ricucire lo svantaggio, finisce fuori pista ma, con determinazione, riparte e chiude undicesimo. Alessio Gagliardi esce di scena al terzo giro, così come Simòn Vivas al secondo e Filippo Rovelli al primo, fortunatamente tutti senza conseguenze. La battaglia dei rookie è apertissima: Bernieri, Mascellino e Carnesecchi cercano infatti di riagganciare Yuri Pizzedaz, in piena lotta con Grianti per il terzo gradino assoluto del podio. Basso rimane nell’ombra, in attesa del riscatto sul circuito di Cervesina. Sotto alla bandiera a scacchi si presentano nell’ordine Danilo Gueli, immediatamente seguito da Daniel Russo e Giovanni Grianti che chiude il podio di gara 1. Nella categoria Rookie la spunta Yuri Pizzedaz, seguito da Diego Mascellino e Diego Bernieri.

GARA 2 – Tutte le Yamaha si riposizionano sulla griglia di partenza, in attesa di riconferma e, soprattutto, di rivincita. La tensione si avverte. Al conto alla rovescia sale contemporaneamente il livello di adrenalina. Il semaforo si spegne e si porta subito al comando il terzetto composto da Alessandro Arcangeli, Danilo Gueli e Daniel Russo, che prendono il largo sul resto del gruppo. I colpi di scena, naturalmente, non mancano: al secondo giro la gara viene interrotta per una caduta che coinvolge Manuel Palumbo e Stefano Guarini. Si ritorna quindi sulla griglia. Alla seconda partenza, nel tentativo di allungare su Alessandro Arcangeli e Danilo Gueli, Daniel Russo esce inaspettatamente di scena. Sui gradini del podio Yamaha, vengono proclamati i vincitori. Oltre ad aver conquistato il primo primo posto, Danilo Gueli stabilisce anche il record della pista con il tempo di 1’23”090. Secondo Maicol Spaggiari e terzo Giovanni Grianti.

CLASSIFICA ASSOLUTA

1° Danilo GUELI

2° Maicol SPAGGIARI

3° Giovanni GRIANTI

CLASSIFICA ROOKIES

1° Yuri PIZZEDAZ

2° Diego MASCELLINO

3° Alessandro ARCANGELI

About Emanuele Bompadre 8279 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.