10 dicembre 2016

Jerez Moto3: il 3570 Team Italia debutta in Europa

2016 3570 Team Italia during the 2016 Season of World Motorcycle Championship during Austin GP in Circuit of The Americas in Austin Texas USA © 2016 mirco lazzari mircolazzari@yahoo.it

Il Campionato del mondo di motociclismo, dopo le due prove nel continente americano, arriva in Europa per l’edizione 2016 del Gran Premio di Spagna che si disputerà a Jerez della Frontera il prossimo fine settimana.

Il 3570 Team Italia con i due piloti Stefano Valtulini e Lorenzo Petrarca, forti dell’esperienza acquisita nelle prime tre gare del mondiale moto3 gareggiando su circuiti sconosciuti, ritorna nel vecchio continente, sulla pista andalusa, dove i due piloti hanno effettuato i test invernali.

Per Stefano Valtulini si prevede un weekend di gara complesso a causa dei postumi dell’infortunio alla spalla sinistra dovuto ad una caduta, avvenuta nel corso delle qualifiche ufficiali del Gran Premio d’America disputatesi ad Austin. Il pilota di Bergamo dimostrerà, una volta salito in sella Mahindra MGP3O #4, di avere il giusto carattere per condurre la gara sena prendersi dei rischi eccessivi. Intanto prosegue la terapia riabilitativa con l’obiettivo di limitare gli eventuali problemi che potrebbero derivare dalla partecipazione alla competizione di domenica.

Lorenzo Petrarca invece è a caccia di una buon piazzamento nelle qualifiche ufficiali per poi disputare una buona gara, non mancano i precedenti che l’anno visto protagonista di buone prestazioni a Jerez come in occasione delle qualifiche 2015 del CEV Moto3 quando ha conquistato la prima fila.

Emanuele Ventura, Team Manager del 3570 Team Italia commenta cosi l’arrivo in Spagna: “Ci presentiamo a Jerez piuttosto fiduciosi di poter proseguire il nostro percorso di crescita e compiere un ulteriore passo avanti. Per quanto concerne Valtulini verificheremo in presa diretta nel corso del weekend lo stato di salute della spalla infortunata in occasione delle qualifiche di Austin. In base all’opinione dei medici questo non dovrebbe influire sul rendimento in sella, in ogni caso Stefano sta facendo fisioterapia per poter scendere in pista senza incontrare particolari problematiche: lo scopriremo con certezza dopo la prima sessione di prove libere. Parlando di Petrarca, Jerez è una pista che gli piace e dove ha ottenuto lo scorso anno un buon piazzamento nel CEV, pertanto parliamo di un circuito a lui congeniale. In squadra siamo convinti nel fine settimana di poter accrescere il nostro livello di competitività, sperimentando nuove soluzioni di messa a punto individuate in base ai dati raccolti ed analizzati nelle prime tre gare. Il nostro impegno sarà totale, finalizzato a perseguire questa causa”.