3 dicembre 2016

Realizzare un sito web: cosa sapere prima di mettersi a lavoro

 

Oggi il web design è un’attività che in cui in moltissimi, anche i non addetti ai lavori, si cimentano con grande perizia. Lo sviluppo e l’implementazione di CMS open source efficienti e user friendly – WordPress, Prestashop, Joomla, ecc. – hanno incoraggiato i principianti e gli appassionati a buttarsi nello sviluppo di siti internet e blog personali.

Prima di incominciare

Realizzare un sito web resta comunque un lavoro complicato, non solo dal punto di vista tecnico ma anche sotto il profilo della sua ideazione. Insomma, si tratta di un’opera complessa e che richiede un approccio analitico, il che impone un certo tipo di competenze che esulano dalla mara esecuzione del web designer, altrimenti non ci sarebbero certo così tante agenzie per la realizzazione siti web Lecce, a Milano e in tutta Italia. Ecco qualche consiglio utile per i neofiti.

Progetta prima di sviluppare

Se credi che la strutturazione del tuo sito web verrà da sé in modo naturale, sei destinato a fallire. A prescindere dal CMS che hai scelto, è importantissimo avere le idee chiare su come vuoi che il sito sia organizzato. Progettare prima su carta il proprio sito è uno step fondamentale per non essere costretti a rattoppare in seguito le mancanze che non avevi messo in conto. Delinea la mappa del sito, seleziona categorie, pagine e articoli, concepisci quali siano le pagine destinate a rimanere uguali e quali, invece, potresti avere bisogno di modificare in seguito. Il tutto, ovviamente, tenendo in considerazione sempre quali siano gli obiettivi che ti poni realizzando il tuo sito.

Un e-commerce, un sito vetrina e un blog si pongono obiettivi differenti, svolgono funzioni differenti e sono fruiti dagli utenti in maniera differente. La struttura e il concept del proprio website devono partire da questa consapevolezza e modellarsi sullo scopo per cui viene sviluppato.

Non esagerare, sii minimalista

Il consiglio di cui sopra nasce da una doppia consapevolezza: la prima è che, se sei un novizio del web design, è sempre meglio iniziare dalle cose semplici, senza forzare la mano. La seconda consapevolezza è che gli eccessi non pagano. Infarcire il sito di effetti grafici, video e immagini non farà altro che renderlo meno funzionale per l’utente e rallentarlo. Sviluppare un sito internet lento significa scoraggiare gli utenti alla navigazione e non farsi apprezzare dai motori di ricerca, che lo posizioneranno male (o non lo posizioneranno affatto) nelle SERP di ricerca.

Promuovilo e aggiornalo

Una volta concluso il sito, il tuo lavoro è tutt’altro che finito (salvo diversi accordi col committente). Ora bisogna promuoverlo. Collegalo alle pagine social, popolalo di contenuti e promuovilo sulla rete. Monitora il suo andamento collegangolo al Webmaster Tools e a Google Analytics, monitora l’andamento del traffico e cerca di capire cosa va e cosa non va. Un sito web va curato e seguito costantemente e ha bisogno di attenzioni!