10 dicembre 2016

Calcio – I° Categoria, Nuova Virtus, l’analisi di Conte: “Una stagione di transizione e crescita”

La Nuova Virtus non è riuscita a “intralciare” la strada di nessuna delle tre squadre di vertice incrociate nelle ultime settimane: Fonte Meravigliosa (l’unica a imporsi con più di un gol di scarto), Atletico Lariano e Play Eur hanno lasciato i marinesi a mani vuote, ma la squadra di mister Serantoni ha provato comunque a giocarsela come accaduto contro i capitolini ultimi avversari. Il 2-1 conclusivo sul campo della Play Eur, infatti, racconta di una Nuova Virtus in partita fino ai minuti finali quando è arrivata la rete decisiva. «Domenica scorsa abbiamo fatto una buona partita sul campo di una squadra in corsa per il salto in Promozione – spiega l’esterno di centrocampo classe 1993 Christian Conte – Tra l’altro siamo andati subito sotto e a quel punto le differenti motivazioni avrebbero potuto incidere molto sulla nostra prestazione. Invece la squadra si è ripresa e ha provato a replicare al forte avversario, pervenendo al pareggio nel secondo tempo grazie ad un gol di Tiberi dopo che il Play Eur ha anche sbagliato un calcio di rigore. Purtroppo, però, nel finale abbiamo subito la rete del 2-1 che è valsa questa sconfitta». Una gara doppiamente negativa per l’ex giocatore del Ciampino che in corso ha dovuto lasciare il campo. «Ho sentito la classica “pizzicata” al quadricipite, ora faremo gli esami e speriamo non sia nulla di serio». L’esterno è chiaramente in dubbio per il match di domenica prossima contro il Città di Pomezia che sarà ospite al Ferraris di Santa Maria delle Mole. «Una squadra un po’ più alla portata delle ultime che abbiamo incrociato anche sono proprio loro a precederci in classifica, al sesto posto. Sarebbe importante vincere per accorciare le distanze da loro, d’altronde il sesto posto potrebbe anche significare la qualificazione alla prossima Coppa Lazio. Un giudizio sul nostro campionato? Direi complessivamente positivo: abbiamo avuto alcuni problemi, ma questa era comunque la prima stagione della Nuova Virtus in categoria e si sapeva che sarebbe stato un anno di transizione e crescita». La chiusura di Conte è dedicata al lavoro di mister Serantoni. «E’ entrato in un momento complicato della nostra stagione a livello di organico, comunque si vede che è un tecnico con esperienza in categorie superiori: tiene molto all’aspetto tattico e credo stia facendo le sue valutazioni in vista del futuro».