8 dicembre 2016

Figli di Woodstock

La notizia è una di quelle che di solito sono definite “bomba”!  Avrà sicuramente colpito e risvegliato gli  animi ormai un po` addormentati degli appassionati ed attempati  rockettari come il sottoscritto.

Il Los Angeles Times qualche giorno fa ha pubblicato delle indiscrezioni, molto fondate perchè supportate da interviste reali, secondo le quali dei grandissimi personaggi della storia del Rock, leggende vere direi, potrebbero prendere parte ad un concerto evento il prossimo mese di Ottobre nella città di Indio (California). Letteralmente mostri sacri :  Bob Dylan , Paul McCartney, Rolling Stones, Roger Waters, Neil Young, Who , si vedrebbero tutti insieme sullo stesso palco per una tre giorni  all`insegna di una pura ESTASI ROCK !

Per chi è cresciuto  grazie a questo genere musicale, sicuramente sarà un evento fondamentale, da seguire con attenzione. La ragione poi, come è logico che avvenga, porta subito al ricordo e all`accostamento di questo progetto ad un leggendario concerto, tappa storica, irripetibile nella lunga vita del Rock che fu la famosa tre giorni di WOODSTOCK !

Quello che avvenne tra il 15 ed il 18 Agosto del 1969, in una piccola città rurale nello stato di New York, Bethel,  fu un sogno, un mega sogno collettivo, che fu un po` il simbolo di un` epoca e di una generazione che pensava ad un mondo diverso , oltre la musica, ma usando il Rock n Roll. Woodstock fu l`occasione mondiale, unica e sola per la materializzazione di tutti quei sogni e quelle passioni, almeno in quei tre giorni  che furono segni distintivi di una certa controcultura,  di movimenti giovanili con un` energia esplosiva tale  che potè liberarsi e trovare spazio… i sogni , almeno in quel momento , divennero realtà!

Quei giorni di musica servirono a liberare tutto, a provare e forse ad attuare un mondo libero. Si sperimentò  non solo musica rock ma ogni tipo di rapporto interpersonale, il sesso, la droga ed il rapporto con essa. Si discussero tutti i cardini della società di quei tempi, ovviamente, sull`onda delle proteste di massa  che nell`anno 1968 investirono il mondo giovanile a livello mondiale. A Woodstock tutto fu sotto giudizio quindi, lo stato, la famiglia, la scuola,  il tutto a tempo di rock accompagnati dalle canzoni impegnate di Dylan e dalla psichedelica di Hendrix. Si gettarono le basi di un laboratorio dove un`intera generazione potè tentare di costruire un futuro diverso… insomma fu in definitiva molto di più di un festival musicale.

Sono passati  47 anni, molti,  forse troppi,  il mondo è cambiato, probabilmente non è migliore di allora, sicuramente le giovani generazioni sono diverse, combattono meno ed hanno di più.

Quei mostri sacri però sono sempre qui, tranne alcuni purtroppo che ci mancano molto ( Janis Joplin, Jimi Hendrix  ad esempio) e se come sembra, alla veneranda età di 70 anni in media metteranno in scena un evento unendo le loro anime e le loro opere, qualcosa di eterno e speciale succederà di nuovo, dopo 47 anni scriveranno di nuovo la storia, con delle opportunità in più rispetto ad allora. Saranno numerose le generazioni che questa volta entreranno in contatto con loro, potrebbe mettersi in moto una nuova spinta, positiva nel moderno mondo musicalmente  in difficoltà, nei contenuti  e nelle idee sicuramente, specie nel Rock e nella sua industria.

Sarà un evento così speciale perchè non ci sarà più un` altra possibilità di vederli tutti insieme sullo stesso palco, a parlare la stessa lingua, storica ed immensa…..il rock n roll!

Uno spettacolo che anche se si terrà in una terra geograficamente lontana, potremo seguire e gustare grazie alle tecnologie moderne, a differenza del 1969, e questa si che sarà  l`opportunità maggiore rispetto ad allora,  veicolare i loro messaggi  in tempo reale. Risvegliare il mondo in soli tre giorni, con la musica che dovrà arrivare in ogni angolo del pianeta, ricevere il messaggio di energia, amore, pace, semplicemente di Rock n Roll!

Non rimane che attendere l`ufficialità, speriamo presto, ed aspettare che arrivi ottobre per vedere realizzato uno spettacolo che ci manca da tempo, esattamente 47 anni.

Mirko Brillantina De Rossi
About Mirko Brillantina De Rossi 49 Articoli
Conduttore speaker radiofonico, musicante e suonatore per passione....Ama il rock n roll non solo come genere ma soprattutto come cultura ,stile e tendenza.....Le chitarre americane sono una fissa...ne possiede sempre poche per quante ne vorrebbe!!!