5 dicembre 2016

Ora Renzi non potrà ignorare quei 13 milioni di Sì

Dobbiamo ringraziare quei milioni di cittadini che sono andati a votare e assicurargli che il loro impegno non è stato, non è e non sarà inutile. Il fatto che oltre 15 milioni di persone si siano recate alle urne, nonostante una campagna di sabotaggio e disinformazione senza precedenti, è un risultato molto importante.

Di questi, ben 13 milioni sono stati i ‘Si’, ed è molto significativo che proprio in Basilicata, dove i cittadini conoscono bene la problematiche ambientali legate alle trivellazioni in mare, si sia raggiunto il quorum. Il governo ha dovuto ricorrere a trucchi e bugie di ogni sorta. Non dimentichiamo che solo grazie alla minaccia del referendum le norme sono state modificate in alcuni dei passaggi peggiori, ma nonostante questo il Governo è riuscito a fare l’ennesimo regalo alle lobby dei petrolieri che, ad esempio, non subiranno i costi dello smantellamento delle piattaforme, che ammontano a più di un miliardo di euro.

Renzi fino all’ultimo ha usato boria e demagogia continuando a parlare di energie alternative, dopo aver sottratto fondi alle rinnovabili, avvantaggiando solo le compagnie petrolifere. Inoltre, usare strumentalmente il tema della perdita dei posti di lavoro è stata l’ennesima menzogna: ha parlato di 11 mila posti di lavoro quando nelle piattaforme ce ne sono alcune centinaia. Forse avrebbe fatto meglio a parlare del decreto ‘spalma incentivi’ del Governo con il quale si sono persi piu’ di 10mila posti.

In ogni caso, dopo questo voto, il premier e il suo governo non potranno non tenere conto della volonta’ dei milioni di cittadini che hanno detto si’ a un altro modello di politica energetica. Come Sinistra italiana proseguiremo la nostra battaglia per una nuova strategia che punti alle rinnovabili.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5944 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.