5 dicembre 2016

Luca Salvadori si laurea in sesta posizione all’ Università della moto_Assen

“Chi ben comincia è a metà dell’opera” – dice il proverbio – ed è stato così nel round olandese per il Team GP Project, che nella prima giornata di libere del venerdì, su pista bagnata, conquista un ottimo quinto posto in entrambe le sessioni.

Condizioni meteorologiche che favoriscono le potenzialità di Luca Salvadori in sella alla Aprilia RSV4 RF.

Weekend travagliato, quello sul leggendario TT Circuit di Assen, concluso con una gara altrettanto travagliata, sia dalle condizioni meteo instabili, tipiche olandesi, che dagli incidenti in pista. Ben tre le partenze che hanno caratterizzato la gara del FMI Superstock 1000 Cup, mettendo a dura prova i piloti per concentrazione e adrenalina. Un déjà – vù che ricorda il primo round sul circuito spagnolo di Aragon, che anche in questo caso ha costretto la direzione gara a diminuire i giri sul tracciato da 14 a 9, riproponendo una gara sprint per i circa 40 piloti presenti in griglia.
Sull’ennesima condizione di pista diversa, Luca Salvadori scatta bene dalla terza fila, guadagnando subito posizioni importanti. In una gara d’attacco, in continua bagarre, a tre giri dalla fine l’alfiere della squadra spoletina conquista il sesto posto e allunga su Black e Mercado, tagliando il traguardo a +4 secondi dagli inseguitori. Ottimo risultato, ad un passo dalla TOP5, che ripaga la squadra del magnifico lavoro svolto. Strategia centrata che vale al pilota milanese un decimo posto in classifica generale, a 31 lunghezze dal leader.

Il Team GP Project tornerà in pista tra due settimane per il terzo round del Campionato sul circuito italiano di Imola, pista che Team e pilota conoscono molto bene e sulla quale Luca Salvadori lo scorso anno ha chiuso ottavo in gara.

Luca Salvadori (Pilota Team Gp Project): “E’ stato un weekend molto positivo, siamo sempre stati nelle prime posizioni, veloci e consistenti, sia su condizioni di bagnato che di asciutto. In gara ci sono state due interruzioni per bandiera rossa, ma siamo rimasti concentrati e abbiamo fatto la scelta giusta per la terza partenza prevista. Come strategia abbiamo scelto la doppia slick, al contrario di molti nostri avversari che hanno fatto scelte differenti e questo ci ha permesso di arrivare in fondo, anche se all’inizio abbiamo un po’ patito, quando poi la pista si è andata ad asciugare abbiamo sfruttato al meglio la nostra scelta che si è rivelata molto azzeccata. Ora arriva la gara di casa di Imola, dove speriamo di fare ancora meglio. Ringrazio tutto il team Aprilia Gp Project per avermi fornito una moto sempre perfetta!”

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5944 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.